La maschera bianca di Mara Evan (Literary Edizioni)

Data di pubblicazione 31/08/22

ebook kindle € 1,99 offerta lancio

cartaceo pag. 400 € 15,50

Auto conclusivo

Genere Romance Young Adult

Circondata da fitti boschi, si erge Lion Hall, una scuola d’élite dalle regole rigidissime. Emma Reyes, figlia del Governatore della Virginia, si ritrova catapultata in quella realtà fatta di ritmi serrati ed estrema competizione. Lì, inizia a rialzare la testa, a sentirsi viva, e rimane folgorata da Aaron Douglas, il capo del “branco”; così viene chiamato il gruppo degli studenti più in vista, i più promettenti e anche più ricchi. Ma nel branco si sa, ci sono leoni e leonesse di ogni genere e non tutti vogliono intrusi nella loro cerchia.
Mara Evan ci presenta uno Young Adult intrigante, avvincente, con una climax ascendente che tiene il lettore incollato fino all’ultima pagina grazie anche allo stile fluido e al velo di mistero che si posa sull’imponente Lion Hall e i suoi studenti.
L’autrice, Mara Evan. È lo pseudonimo di una scrittrice che vive a Bergamo, ma nel cuore porta sempre il mare della sua amata Sardegna dove è nata e cresciuta. La sua casa è abitata da due bambini curiosi, un marito esigente, una gatta guardiana e un calopsite coccolone. La maschera bianca è il suo secondo romanzo.
BREVE ESTRATTO Il tavolo del branco attira prepotente la mia attenzione. Cerco di non guardare dalla loro parte, tuttavia mi risulta più difficile del previsto. I miei occhi scivolano lì anche nei momenti in cui sono distratta. Ogni tanto sorprendo Aaron a osservarmi. Quando succede abbasso subito lo sguardo. Se, come dice Michael, mi ha davvero puntata, allora non voglio dargli l’impressione di essere il benvenuto. Okay, mi ha aiutato e per questo lo ringrazio, e va bene anche il fatto che forse ci siamo già incontrati fuori dalla scuola. Però la cosa finisce lì.Sebbene appartenga a questo mondo elitario, non sono come loro. Non potrei mai essere amica di Aaron.Dai racconti di Sarah e Michael ho capito che alla Lion Hall non è facile emergere per bontà d’animo, ma piuttosto per quanto uno sappia dimostrarsi più affine alla perfezione. Io non ho tale presunzione. So benissimo di avere parecchi limiti, tuttavia il forte spirito dell’accademia di voler superare questi confini mi motiva a credere che, se voglio, potrei anche farcela.Alzo lo sguardo per contemplare l’esempio che qui tutti osservano con tanto timore e deferenza. Il branco è formato da cinque persone: Rebecca mi ha già dimostrato il suo zelo per le regole, Aaron è un fuoriclasse, Jenna ha un aspetto obiettivamente perfetto, di Bradford conosco poco, dato che mi dà le spalle, ma se è vero ciò che ha detto Michael, la sua superbia lo precede. C’è una terza ragazza seduta vicina a Bradford, di cui vedo solo il profilo grazioso. Ha un caschetto di riccioli biondi, da bambola e, a differenza degli altri al tavolo, rimane minuta, quasi scompare in mezzo a loro.La sesta sedia è vuota. Forse manca qualcuno di cui ancora nessuno mi ha parlato. Chiunque sia deve essere importante perché ha il posto proprio accanto ad Aaron. (…)
Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...