Exorad: Il distruttore dell’Ordine di Edoardo Luigi Nepa (La Memoria del Mondo)

Nella vita di Exorad e Rykinor, giovani cacciatori di Dregovir, compare improvvisamente la valchiria Clora. Dopo averli salvati da un gigante, la ragazza svelerà loro la verità. Essi sono figli di due dei, Odino sovrano degli Aesir, e Thor dio del tuono. Senza sapere bene il perché la seguiranno in un viaggio pieno di peripezie attraverso Midgard, il mondo degli uomini, fino a raggiungere la radiosa Asgard, terra degli dei. Qui si ricongiungeranno con i propri padri, ma su di loro grava un’antica profezia. Accompagnati dall’anziano maestro Atned e da Clora, Exorad e Rykinor dovranno attraversare i mondi terrestri per una pericolosa ricerca tra epiche battaglie e scontri all’ultimo sangue ricchi di emozioni e magia. Solo compiendola saranno in grado di affrontare il loro nemico, artefice della progressiva distruzione di Yggdrasil, l’eterno sostenitore dei nove mondi.

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del libro “Exorad: Il distruttore dell’Ordine” di Edoardo Luigi Nepa. Premetto che non sono molto amante di questo genere. Per sbaglio ho scaricato l’ebook gratuito, mi dispiaceva cancellarlo senza averlo letto.

Nella vita di Exorad e Rykinor, giovani cacciatori di Dregovir, compare improvvisamente la valchiria Clora. Dopo averli salvati da un gigante, la ragazza svelerà loro la verità. Essi sono figli di due dei, Odino sovrano degli Aesir, e Thor dio del tuono. Senza sapere bene il perché la seguiranno in un viaggio pieno di peripezie attraverso Midgard, il mondo degli uomini, fino a raggiungere la radiosa Asgard, terra degli dei.

La storia è ambientata nei paesi nordici e parla appunto di divinità, di valchirie e di altri esseri mitologici. I due protagonisti dovranno superare delle prove di forza, di astuzia e di magia per raggiungere la terra degli dei.

Il libro è carino, scorrevole e ben impostato, però personalmente non mi ha entusiasmato. Non amo i fantasy: ho difficoltà ad immedesimarmi nei personaggi e non riesco ad immaginare un mondo non reale. Il finale non mi è piaciuto, non l’ho capito.

PUNTEGGIO 3/5

Dettagli prodotto
ASIN ‏ : ‎ B00SPADDLA
Editore ‏ : ‎ La Memoria del Mondo (24 gennaio 2015)
Lingua ‏ : ‎ Italiano
Dimensioni file ‏ : ‎ 840 KB
Da testo a voce ‏ : ‎ Abilitato
Screen Reader ‏ : ‎ Supportato
Miglioramenti tipografici ‏ : ‎ Abilitato
Word Wise ‏ : ‎ Non abilitato
Memo ‏ : ‎ Su Kindle Scribe
Lunghezza stampa ‏ : ‎ 388 pagine
Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: #466 gratuiti nel negozio Kindle Store (Visualizza i Top 100 nella categoria Kindle Store)n. 6 in eBook fantasy epica
n. 6 in Miti, saghe e leggende (Kindle Store)
n. 21 in Azione e avventura (Kindle Store)
Pubblicità

La Vergine azzurra di Tracy Chevalier (Neri Pozza)

XVI secolo, Francia: Isabelle du Moulin è una splendida ragazza dai capelli color rame, chiamata da tutti nel villaggio con lo stesso nome della statuetta della Vergine che il duca de l’Aigle ha portato un giorno in paese: la Rossa. Dall’arrivo di Monsieur Marcel, coi suoi sermoni contro la Vergine, quel nome è diventato un tormento. Non è più un affettuoso nomignolo ma il nome di una strega, il sinonimo stesso di una malvagia creatura in un villaggio accecato dal fanatismo della Riforma. Quando resta incinta del giovane Tournier, a Isabelle non resta altro che abbracciare, dopo le persecuzioni seguite al Massacro di San Bartolomeo, fino in fondo la sorte dei Tournier: l’emigrazione nel villaggio svizzero di Moutier e un destino sconvolgente e inaspettato…

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del libro “La Vergine azzurra” di Tracy Chevalier. Amo moltissimo questa scrittrice, i suoi romanzi sono sempre bellissimi ed appassionanti. Chavalier Tracy non delude mai!

XVI secolo, Francia: Isabelle du Moulin è una splendida ragazza dai capelli color rame, chiamata da tutti la Rossa. Non è più un affettuoso nomignolo ma il nome di una strega, il sinonimo stesso di una malvagia creatura in un villaggio accecato dal fanatismo della Riforma.

Un libro emozionante, coinvolgente e commovente. L’ho amato moltissimo. Il romanzo si svolge su due piani del racconto: dal presente al passato. Le vite delle due protagoniste si intrecciano negli eventi della storia.

PUNTEGGIO 5/5

Dettagli prodotto
Editore ‏ : ‎ BEAT (10 dicembre 2015)
Lingua ‏ : ‎ Italiano
Copertina rigida ‏ : ‎ 303 pagine
ISBN-10 ‏ : ‎ 8865593199
ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8865593196
Peso articolo ‏ : ‎ 380 g
Dimensioni ‏ : ‎ 21 x 3.4 x 14 cm
Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 144,964 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)n. 5,465 in Narrativa storica (Libri)

Peter Pan di Geronimo Stilton (Piemme Junior)

Nel primo tratto di volo i bambini si divertirono a volteggiare sui tetti e sui campanili di Londra e a scendere in picchiata per vedere da vicino tutto quello che arriva la loro attenzione.pag 65

Di James Barrie

Siete pronti per un fantastico viaggio sull’Isola che non c’è? Vi basterà un pizzico di polvere di fata per prendere il volo verso nuove incredibili avventure in compagnia di Peter Pan e dei Bimbi Sperduti! Lì sull’isola vi aspettano, tanti amici con cui giocare, ma anche il terribile Capitan Uncino con la sua sgangherata ciurma di pirati! Un classico della letteratura liberamente adattato da Geronimo Stilton. Età di lettura: da 7 anni.

http://www.geronimostilton.com

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del libro “Peter Pan” di Geronimo Stilton che ho letto con mia figlia.

Un fantastico viaggio sull’Isola che non c’è. La commovente e stupenda storia di Peter Pan raccontata dal topo più famoso al mondo Geronimo Stilton.

Mia figlia è appassionata di Geronimo Stilton, ogni sera legge qualche pagina. La storia è semplice e adatta all’età. Le illustrazioni sono molto belle e colorate. Un classico fantastico che consiglio vivamente.

PUNTEGGIO 5/5


Dettagli prodotto
Editore ‏ : ‎ Piemme; piemme vario edizione (17 novembre 2009)
Lingua ‏ : ‎ Italiano
Copertina rigida ‏ : ‎ 213 pagine
ISBN-10 ‏ : ‎ 8856603284
ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8856603286
Peso articolo ‏ : ‎ 422 g
Dimensioni ‏ : ‎ 15 x 2.5 x 15 cm
Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 57,680 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)n. 5,841 in Letteratura e narrativa per bambini (Libri)

Giù le zampe, faccia di fontina! di Geronimo Stilton (Piemme)


Monsieur Le Rat squittì: – Ecco, ora è pronto per il trucco! Depiliamo le sopracciglia con una pinzetta, così…

Trappola tentò di opporsi: – Squiiittt!Pagina 80

“Che succede? Chi gira per le città fingendo di essere me, Geronimo Stilton? Chi manovra per portarmi via l’Eco del Roditore? Per mille mozzarelle, proprio non potevo immaginare che…” (Geronimo Stilton). Età di lettura: da 6 anni.

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del libro “Giù le zampe, faccia di fontina!” di Geronimo Stilton. Una storia per bambini ironica e divertente.

Qualcuno si aggira per la città di Topazia fingendosi Geronimo Stilton. Chi sarà mai?

Questo volume ha una storia divertente, un racconto leggero e spassionato. I personaggi sono ben definiti e la trama è coerente. Le immagini sono colorate, definite e allegre.

Le mie figlie sono delle vere appassionate di questo topo. Le storie di Geronimo Stilton sono tutte leggere e semplici. I disegni sono carini e attrattivi.

PUNTEGGIO 5/5

Dettagli prodotto
Editore ‏ : ‎ Piemme; 1° edizione (6 luglio 2015)
Lingua ‏ : ‎ Italiano
Copertina flessibile ‏ : ‎ 128 pagine
ISBN-10 ‏ : ‎ 8856645742
ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8856645743
Peso articolo ‏ : ‎ 120 g
Dimensioni ‏ : ‎ 14.5 x 1.1 x 18.5 cm
Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 75,175 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)n. 621 in Humor per bambini (Libri)
n. 7,535 in Letteratura e narrativa per bambini (Libri)

Quel che rimane di Patricia Cornwell – serie Kay Scarpetta 3° (Oscar Mondadori)

La scomparsa di due giovani fidanzati e la scoperta, mesi dopo, dei loro cadaveri decomposti in un bosco fa sorgere nuovi interrogativi su una serie di misteriosi omicidi in cui sono state coinvolte, in circostanze simile, altre quattro coppie. Quel che rimane sono soltanto i loro corpi scheletriti e qualche frammento degli abiti: impossibile determinare la vera causa del decesso. Ma Kay Scarpetta, capo dell’ufficio di medicina legale di Richmond, raccoglie la sfida, ritrovandosi coinvolta in un’inchiesta che apre altre, inquietanti prospettive. Non è solo il fatto che la madre di una delle ultime vittime è un’importante figura politica, consigliere del Presidente per i problemi legati al traffico di droga. C’è di mezzo anche l’FBI, che si sta occupando del caso ma inquina le prove, e una giornalista del “Washington Post” che sembra al corrente di numerosi, forse troppi, segreti. In mano, Kay non ha che un’indizio: il fante di cuori con cui l’assassino firma i suoi delitti. Per il resto, dovrà fare affidamento solo sulle sue capacità investigative… 

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del libro: “Quel che rimane” di Patricia Cornwell, il terzo della lunga serie della dottoressa Kay Scarpetta.

La scomparsa di due giovani fidanzati e la scoperta, mesi dopo, dei loro cadaveri decomposti in un bosco fa sorgere nuovi interrogativi su una serie di misteriosi omicidi in cui sono state coinvolte, in circostanze simile, altre quattro coppie. Quel che rimane sono soltanto i loro corpi scheletriti e qualche frammento degli abiti: impossibile determinare la vera causa del decesso. Ma Kay Scarpetta, capo dell’ufficio di medicina legale di Richmond, raccoglie la sfida, ritrovandosi coinvolta in un’inchiesta che apre altre, inquietanti prospettive.

Un bellissimo romanzo quello di Patricia Cornwell che coinvolge il lettore dalla prima all’ultima pagina. Ogni scena è descritta con precisione, rendendo il libro reale e attrattivo. Un thriller mozzafiato che consiglio!

PUNTEGGIO 5/5

Patricia Cornwell 

(Immagine presa QUI )

Patricia Cornwell ha venduto oltre cento milioni di copie dei suoi libri, tradotti in trentasei lingue e pubblicati in più di centoventi paesi. Il suo primo romanzo Postmortem, scritto quando l’autrice era analista informatico presso l’Istituto di medina legale di Richmond, è l’unico ad aver vinto nello stesso anno cinque premi prestigiosi ed è il primo thriller ad ambientazione medico-legale.
Insolito e crudele è stato insignito del Gold Dagger Award nel 1993.

Patricia Cornwell è tra i fondatori del Virginia Istitute of Forensic Science and Medicine e della National Forensic Academy, e membro del Comitato consultivo del Forensic Sciences Traninig Program presso l’OCME di New York, nonché del McLean Hospital’s National Council, dove è sostenitrice delle ricerca psichiatrica.
L’autrice attualmente vive a Boston.
Sito ufficiale: http://www.patriciacornwell.com/


Dettagli prodotto

  • Editore ‏ : ‎ Mondadori (20 luglio 2021)
  • Lingua ‏ : ‎ Italiano
  • Copertina flessibile ‏ : ‎ 448 pagine
  • ISBN-10 ‏ : ‎ 880474085X
  • ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8804740858
  • Peso articolo ‏ : ‎ 218 g
  • Dimensioni ‏ : ‎ 10.5 x 2.4 x 17.5 cm

Un Anno In Giardino di Petra Bartikovà (IdeeAli)

In questo libro scoprirai come cambia la natura nel tuo giardino con il passare delle quattro stagioni: primavera, estate, autunno e inverno. Che cosa cresce o fiorisce? Quando? Come si comportano gli animali? Che cosa fanno i lombrichi nella terra? Come nasce una rana, e perché in primavera i millepiedi si muovono veloci sulle foglie? Potrai osservare l’interno di un albero e sbirciare sottoterra, in profondità. Scoprirai com’è fatta la casa di una talpa e dove fanno il nido i calabroni. Imparerai a riconoscere i fiori del tuo giardino e scoprirai come le libellule trascorrono l’inverno nello stagno. Infine, potrai creare la tua casetta per le coccinelle e una mangiatoia per gli uccelli: trovi le istruzioni all’interno del libro. Età di lettura: da 5 anni.

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del libro “Un Anno In Giardino” di Petra Bartikovà. Una storia carina e molto colorata.

In questo libro scoprirai come cambia la natura nel tuo giardino con il passare delle quattro stagioni: primavera, estate, autunno e inverno. Potrai osservare l’interno di un albero e sbirciare sottoterra, in profondità. Scoprirai com’è fatta la casa di una talpa e dove fanno il nido i calabroni. Imparerai a riconoscere i fiori del tuo giardino e scoprirai come le libellule trascorrono l’inverno nello stagno. Infine, potrai creare la tua casetta per le coccinelle e una mangiatoia per gli uccelli: trovi le istruzioni all’interno del libro.

Una storia che insegna ai bambini le basi del cambiamento climatico, stagionale e ambientale. Il libro è molto colorato, le illustrazioni ben definite e attrattive, il tutto arricchito da finestrelle apri/chiudi.

Consigliato!

PUNTEGGIO 5/5



Editore ‏ : ‎ IdeeAli; Illustrated edizione (18 maggio 2017)
Lingua ‏ : ‎ Italiano
Copertina rigida ‏ : ‎ 18 pagine
ISBN-10 ‏ : ‎ 8860237645
ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8860237644
Peso articolo ‏ : ‎ 280 g
Dimensioni ‏ : ‎ 25.6 x 1.1 x 25.9 cm
Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 359,075 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)n. 173 in Fiori e piante per bambini
n. 8,899 in Libri per bambini sugli animali
n. 13,044 in Libri interattivi per bambini

Una giornata con Cilli

“Guardate, così si presenta il miele, se viene venduto in un contenitore di vetro. Siamo orgogliose di averlo raccolto per voi!”
Età di lettura: 7 anni

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi di questo piccolo libro: Una giornata con Cilli. Una storia semplice e carina per bambini.

Cilli è un’ape che svolazza allegra sui fiori per raccogliere il polline che trasformerà in miele.

Ho ritrovato questo libro in una scatola in soffitta. La storia è semplice e racconta come le api raccolgono il polline per trasformarlo in miele e l’apicoltore lo invasa. Le illustrazioni sono molto belle anche se un po’ antiche.

PUNTEGGIO 5/5

Donne dagli occhi grandi di Angeles Mastretta (Giunti)

“La zia Lenor aveva l’ombelico più bello che si fosse mai visto. Un piccolo punto affondato proprio al centro del ventre piattissimo. Aveva schiena lentigginosa e le natiche rotonde e toniche come le brocche da cui beveva da piccola”.

La malattia di una bambina, l’incombenza della morte, del vuoto, l’impotenza della scienza, spingono una madre a narrare, come nelle antiche fiabe orientali, le vicende delle sue antenate nel tentativo di dare alla figlia una ragione di vita. 

Questo espediente letterario di Angeles Maestretta escogita per dare libero sfogo a immaginazione e sensibilità nel rappresentare il lato intimo e nascosto di una società tradizionale dove donne esemplari, educate alla passività e al matrimonio, vivono e fantasticano nell’ombra delle loro case. Tutte le protagoniste di questi racconti sono colte per incanto in momenti cruciali della loro vita. Fotografate in quell’attimo fuggente, impercettibile, in cui interi destini vengono decisi per sempre. Con semplicità e l’eleganza di uno stile dolce e profondo, l’autrice crea un mondo compiutamente “femminile” le cui immagini e sensazioni crescono e si sedimentano come un sogno nella mente del lettore.

Recensione

Oggi voglio parlarvi del libro: “Donne dagli occhi grandi” di Angeles Mastretta. Un libro che non mi ha colpito particolarmente.

Il libro è composto da una serie di racconti che parlano di donne. Tutte le protagoniste di queste storie sono colte per incanto in momenti cruciali della loro vita. Fotografate in quell’attimo fuggente, impercettibile, in cui interi destini vengono decisi per sempre. 

Storie sentimentali che vedono donne con caratteri diversi in momenti della loro vita. Un universo femminile pieno di speranze, di grandi passioni, ma anche di sconforto e tristezza. Dei racconti immensi con un solo tema fondamentale e importantissimo: il femminismo.
Un libro da leggere e da possedere in libreria dato che è un classico moderno: tuttavia personalmente ho trovato che alcuni capitoli erano piuttosto noiosi e alcuni addirittura ripetitivi.

PUNTEGGIO 3/5

ANGELES MASTRETTA 

(Immagine presa QUI )

È nata a Puebla, in Messico, nel 1949. È stata giornalista prima di dedicarsi alla letteratura e raggiungere la fama internazionale con il romanzo Strappami la vita (Feltrinelli 1988). In italiano sono stati inoltre pubblicati, con grande successo, Donne dagli occhi grandi, Puerto libre e Male d’amore. 


Dettagli prodotto
Editore ‏ : ‎ Giunti Editore (25 giugno 2014)
Lingua ‏ : ‎ Italiano
Copertina flessibile ‏ : ‎ 176 pagine
ISBN-10 ‏ : ‎ 8809797191
ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8809797192
Peso articolo ‏ : ‎ 160 g

Restrizioni di spedizione: Questo articolo può essere spedito solo in Italia, San Marino e Città del Vaticano

Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 75,641 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)n. 6,791 in Narrativa contemporanea (Libri)
n. 7,868 in Narrativa letteraria
n. 20,269 in Narrativa di genere

In fondo al mare di Carlo Michelini e Laura Crema (La Coccinella)

I coralli son rametti, fatti da di polipetti, che con il tempo e con lavoro, costruiscono un tesoro.

Pagina 8

Per questo gran mare e le sue creature cerchiamo di avere un po’ più di premure!

Attenti alle industrie e alle petroliere, perché i nostri mari non sian… pattumiere!

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del libro: “In fondo al mare” di Carlo Michelini e Laura Crema. Un volume per bambini datato dato che non è più reperibile nelle librerie. Un ricordo della mia infanzia.

Nel mare ci sono numerose creature che ci vivono e diversi ambienti in cui trovarle.

Una storia molto carina con frasi in rima per attirare l’attenzione dei giovani lettori. Oltre a spiegare quali animali popolano il mare, il libro introduce l’argomento dell’inquinamento delle acque. Le illustrazioni sono colorate e carine anche se un po’ datate.

PUNTEGGIO 3/5

Il ritorno dell’Arcobalena di Massimo Sardi (Giunti Junior)

Iride non è più sola: ha una famiglia composta dal compagno Moby Dick e dai balenotteri Crometta e Moby Kid. Sono tutti completamente bianchi, come lei, che ha regalato i suoi colori a tanti amici e ha avuto in dono una bellissima voce. Ma un giorno… Età di lettura: da 6 anni.

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del libro: “Il ritorno dell’Arcobalena” di Massimo Sardi. Un simpatico racconto per bambini.

Iride non è più sola, finalmente ha una famiglia: Moby Dick e due balenotteri Crometta e Moby Kid. Sono tutti completamente bianchi, come lei, che ha regalato i suoi colori a tanti amici e ha avuto in dono una bellissima voce. Ma un giorno…

Il libro è piccolo e scritto in modo semplice, è colorato e ben impostato. Le illustrazioni sono davvero belle.

Personalmente ho preferito di più il primo racconto: “Arcobalena”: ho trovato il racconto più intrigante e divertente. Al contrario mia figlia ha amato maggiormente il secondo libro in quanto sono presenti i balenottere e tanti piccoli abitanti del mare.

PUNTEGGIO 4/5


Dettagli prodotto

  • Editore ‏ : ‎ Giunti; New edizione (11 maggio 2021)
  • Lingua ‏ : ‎ Italiano
  • Copertina flessibile ‏ : ‎ 64 pagine
  • ISBN-10 ‏ : ‎ 8809909046
  • ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8809909045
  • Peso articolo ‏ : ‎ 190 g
  • Dimensioni ‏ : ‎ 16.5 x 0.41 x 22.5 cm

Fiabelle di Francesco Grano (Youcanprint)

Nello fu molto contento di quella esperienza, imparò ad avere rispetto per tutte le cose della natura, anche le più piccole […]

Pagine 50-51

Raccolta di 12 fiabe originali destinati ai bambini sin dai primi anni di età. Il libro, ricco di illustrazioni vuole attirare l’attenzione dei piccoli lettori coinvolgendoli in storie semplici e fantasiose, che spesso hanno come protagonisti comuni animali domestici. I bambini sono facilitati ad immaginare un dialogo con loro, a stimolare la fantasia introducendoli nel mondo dei grandi, affrontando con naturalezza e leggerezza argomenti di vita ordinaria di tutti i giorni. Età di lettura: da 3 anni

Presentazione

A tutti i genitori credo che i figli, nell’età della prima infanzia, ed anche oltre, chiedano di raccontare loro delle storie quando la sera vanno a letto. Ho tre figli e ne so qualcosa. Quante volte ho dovuto inventare favole di sana pianta all’ultimo momento, prendendo spunto da qualunque avvenimento, perché i miei pargoli volevano sentire sempre nuove fiabe! Senonché, quando i figli sono cresciuti e sono diventati genitori a loro volta, mi sono ricordato delle mie difficoltà passate e, per agevolarli, ho pensato di scrivere una manciata di storie originali ed attuali da leggere ai bambini.

Il libro comprende una raccolta di 12 fiabe originali destinati ai bambini sin dai primi anni di età, ricco di illustrazioni professionali. Esso vuole attirare l’attenzione dei piccoli lettori coinvolgendoli in storie semplici e fantasiose, che spesso hanno come protagonisti comuni animali domestici quali agnellini, lupetti, topi innamorati, tartarughe, merli, gazze, oche ecc.

I bambini sono invogliati ad immaginare un dialogo con loro, facilitati a stimolare la fantasia introducendoli nel mondo dei grandi, affrontando con naturalezza e leggerezza argomenti di vita ordinaria di tutti i giorni, ma anche temi più complicati come quello sull’adozione o sull’immigrazione.

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del libro per bambini “Fiabelle” di Francesco Grano. Dodici racconti stupendi e profondi per bambini; storie magiche e fantasiose.

La principessa sulla luna è la storia di una figlia di una sovrana che cercava qualcosa di prezioso: la felicità.

Il lupetto, Nicolino e l’agnellino è un racconto corto ma profondo con un finale stupendo. Bellissima la morale che in questo periodo è molto importante: la pace.

Il topino Ciccio innamorato è una fiaba di amore puro tra topini!

Il merlo e la tartaruga è la storiella di Lenta che girava da giardino a orto a mangiare verdure e frutta …

Il re cattivo e il rubinetto dell’aria è la favola di un imperatore crudele che voleva tassare anche l’aria che i sudditi respiravano. Ma come tutti sanno i tiranni vengono sempre sconfitti!

La nuvola birbacciona è una vicenda di una nuvola capricciosa che faceva tanti dispetti ai bambini finché il sole ebbe la meglio.

L’anatroccolo biondo è la novella di una piccola anatra diversa, nonostante ciò i genitori lo amano incondizionatamente.

Viaggio nel vaso è la storia di Nello, un bambino che in conclusione capisce il vero senso del rispetto per la natura.

Amiche per la pelle è un racconto che tratta argomenti importanti: la vanità, le dicerie, l’invidia e l’ipocondria, ma soprattutto parla di amicizia.

Laura e l’aereo parlante è una fiaba di grande fantasia e immaginazione.

La lanterna magica è la storiella di grande speranza; i bambini sono portatori di pace durante tutti i conflitti armati.

È arrivato Alexander è la favola moderna di emigrazione e collaborazione tra bambini. Un tema molto attuale in tutte le scuole europee.

Tutte le fiabe raccolte in questo libro sono stupende, Francesco Grano riesce a trasmettere ai piccoli lettori temi importanti come l’amicizia, la pace e l’amore. Questi argomenti non sono facili da far apprendere ai bambini, soprattutto a quelli più piccoli, ma l’autore ha una dote innata, riesce a trasmettere emozioni forti con i suoi brevi racconti.

Poi voglio soffermarmi sulle illustrazioni: sono meravigliose! Ho letto e visto moltissimi libri per bambini, ma delle iconografie così belle, colorate e dettagliate sono davvero rare.

Complimenti all’autore e all’illustratore per questo gioiellino letterario!

PUNTEGGIO 5/5

FRANCESCO GRANO

è nato nel 1948, dirigente di banca in pensione.

Blog: francescograno.wordpress.com oppure: racconti.co Sito web: http://www.artielettereitaliane.it

Co-Amministratore del sito Facebook “Gruppo Pianeta Books” – gruppo letterario

Opere pubblicate:

– 2018 su Amazon una raccolta di racconti storici dal titolo “Racconti di donne, tarocchi e briganti” che ha riscosso quattro premi letterari (Firenze Città di Murex primo premio, Roma premio Martinelli, Genazzano Montefiore 2° premio, Viareggio selezione premio Giovane Holden);

– 2019 tramite Youcanprint romanzo giallo dal titolo “La confraternita delle beate vergini – delitto in pineta”

-2021 tramite Youcanprint “Giuditta – una ragazza casual” – romanzo rosa fantasy

-2021 tramite Youcanprint “Fiabelle” – libro di fiabe illustrate per bambini da 3 anni in su (una delle fiabe è stata premiata al concorso La Botteguccia delle favole – Lucca).

-2022 tramite Amazon “Racconti come ciliegie”, raccolta di racconti, poesie, biografie e varie.

-2022 “Luce sinistra in hospice” thriller edito da Giovane Holden Edizioni – Viareggio

Dettagli prodotto
ASIN ‏ : ‎ B08WP1Y9QD
Editore ‏ : ‎ Youcanprint (12 febbraio 2021)
Lingua ‏ : ‎ Italiano
Copertina flessibile ‏ : ‎ 76 pagine
ISBN-13 ‏ : ‎ 979-1220322256
Peso articolo ‏ : ‎ 213 g
Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 863,479 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)n. 6,755 in Animali domestici (Libri)
n. 265,618 in Libri per bambini (Libri)

Come un Uragano di Nicholas Sparks (Sperling & Kupfer)

Adrienne ha tre figli e vari nipotini. Sa che viene generalmente considerata una signora tranquilla e prevedibile, persino un po’ ingenua, e di solito fingere di adeguarsi a questo stereotipo la diverte. Ma quando la figlia Amanda cade in una profondissima depressione dopo la morte del marito, lei decide di rivelarle un segreto a lungo taciuto per non minare quell’immagine rassicurante alla base del loro equilibrio familiare. Così, seduta al tavolo di cucina, una sera racconta di quando, quattordici anni prima, aveva sostituito un’amica nella gestione di una locanda sull’oceano e in quei pochi giorni strappati alla quotidianità aveva fatto un’esperienza che le aveva cambiato la vita.
Dicembre 1988: in un’isoletta del North Carolina si incrociano i destini di Paul e Adrienne, due persone che stanno faticosamente raccogliendo i frammenti delle proprie esistenze. Soli in quel luogo appartato che sta per essere investito da un uragano, mentre il vento si fa sempre più impetuoso, i due entrano in confidenza. Riscoprono così la semplice felicità della comunione con un altro essere umano, ma soprattutto vedono via via accendersi il desiderio reciproco, abbandonandosi infine all’amore… Struggente e appassionato, un indimenticabile romanzo sull’eternità dei sentimenti.

Recensione

Oggi voglio parlarvi del libro: “Come un Uragano” di Nicholas Sparks. Ho trovato questo libro vicino al cassonetto dei rifiuti assieme a molti altri; erano abbandonati in un sacco di carta. I libri per me sono sacri e non si devono buttare per nessuna ragione al mondo: si possono portare nelle cabine del libro, donare ad associazioni, regalare ad amici o lasciarli su qualche panchina vicino al lago. Ma gettarli NO! I libri sono cultura, divertimento e svago. Così ho preso il sacco e l’ho portato a casa.  Alcuni libri erano in lingue straniere e altri erano veramente vecchi e malconci.  Invece questo ha resistito alle intemperie e ho potuto leggerlo. 

Adrienne ha tre figli e vari nipotini. Sa che viene generalmente considerata una signora tranquilla e prevedibile, persino un po’ ingenua, e di solito fingere di adeguarsi a questo stereotipo la diverte. Ma quando la figlia Amanda cade in una profondissima depressione dopo la morte del marito, lei decide di rivelarle un segreto a lungo taciuto per non minare quell’immagine rassicurante alla base del loro equilibrio familiare. Così, seduta al tavolo di cucina, una sera racconta di quando, quattordici anni prima, aveva sostituito un’amica nella gestione di una locanda sull’oceano e in quei pochi giorni strappati alla quotidianità aveva fatto un’esperienza che le aveva cambiato la vita.
Dicembre 1988: in un’isoletta del North Carolina si incrociano i destini di Paul e Adrienne, due persone che stanno faticosamente raccogliendo i frammenti delle proprie esistenze. Soli in quel luogo appartato che sta per essere investito da un uragano, mentre il vento si fa sempre più impetuoso, i due entrano in confidenza. Riscoprono così la semplice felicità della comunione con un altro essere umano, ma soprattutto vedono via via accendersi il desiderio reciproco, abbandonandosi infine all’amore…

Non sono un’appassionata di libri d’amore, li trovo banali e scontati. Il romance non è un genere che mi piace, faccio fatica a concluderli.  Come un Uragano non mi ha colpito, non l’ho trovato straordinario come descritto dalla critica. Una storia piuttosto banale e scontata. Quando l’ho finito di leggere, mi sono ricordata che alcuni anni fa avevo visto anche il film alla televisione, l’attore principale era Richard Gere. Il film era ben impostato e l’ho apprezzato di più del libro. 

PUNTEGGIO 2/5

NICHOLAS SPARKS 

Immagine presa QUI

Autore americano della nuova generazione, vive nel South Carolina. Il Club ha già pubblicato con enorme successo vari romanzi, dai quali sono stati tratti film celebri come Le parole che non ti ho detto, I passi dell’amore e Come un Uragano.

Dettagli prodotto
Editore ‏ : ‎ Sperling & Kupfer (24 giugno 2013)
Lingua ‏ : ‎ Italiano
Copertina flessibile ‏ : ‎ 264 pagine
ISBN-10 ‏ : ‎ 8868360470
ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8868360474
Peso articolo ‏ : ‎ 220 g
Dimensioni ‏ : ‎ 12.3 x 2.2 x 19.5 cm
Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 11,314 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)n. 1,121 in Narrativa contemporanea (Libri)
n. 1,370 in Narrativa letteraria
n. 2,535 in Romanzi rosa (Libri)

“Il Meraviglioso Mago di Oz” di Geronimo Stilton (Piemme)

Era grosso quanto un elefante, ma aveva la testa simile a quella di un rinoceronte, con ben cinque occhi.

Per fortuna il Boscaiolo non aveva cuore, quindi non poteva avere paura.

Pagina 131

Un forte ciclone fa volare in aria la piccola Dorothy e il suo cagnolino. All’improvviso i due si ritrovano in un mondo fantastico, dove, insieme a nuovi meravigliosi amici, iniziano un lungo viaggio, alla ricerca del grande Mago di Oz. Un classico della letteratura liberamente adattato da Geronimo Stilton. Ricco di tantissime illustrazioni a colori! Età di lettura: da 7 anni.

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del libro: “Il Meraviglioso Mago di Oz” di Geronimo Stilton.

Dorothy e il suo cagnolino vengono catapultati in aria da un forte ciclone. I due si ritrovano in un mondo fantastico, dove, insieme a nuovi meravigliosi amici, iniziano un lungo viaggio, alla ricerca del grande Mago di Oz.

Un classico intramontabile per i più piccoli, una storia senza uguali. Mia figlia l’ha amato moltissimo.

Le illustrazioni belle e colorati rendono il racconto ancora più intrigante.

Consigliatissimo!

PUNTEGGIO 5/5


Dettagli prodotto

  • Editore ‏ : ‎ Piemme; 1° edizione (18 ottobre 2011)
  • Lingua ‏ : ‎ Italiano
  • Copertina rigida ‏ : ‎ 224 pagine
  • ISBN-10 ‏ : ‎ 8856616580
  • ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8856616583
  • Peso articolo ‏ : ‎ 399 g
  • Dimensioni ‏ : ‎ 14.6 x 3.2 x 19.5 cm

Il Rapporto Pelican di John Grisham (Mondadori)

“Un must assoluto per gli amanti del legal thriller.” Kirkus Review

Sola contro le istituzioni. Perché ha scoperto la verità.
Due giudici della Corte Suprema assassinati in una sola notte. Il paese è sotto shock, FBI e CIA brancolano nel buio. Chi poteva volere la loro morte? Darby Shaw, una brillante studentessa di legge, è convinta di aver trovato la risposta e l’ha scritta in un rapporto. Ma chiunque viene a conoscenza del “rapporto Pelican” è destinato a morire.

RECENSIONE 

Oggi voglio parlarvi del libro: “Il Rapporto Pelican” di John Grisham. Una storia stupenda: sono un’autentica appassionata del genere legal thriller, lo scrittore riesce a catturare il lettura con la sua semplicità, rendendo la trama scorrevole e intrigante.

Due giudici della Corte Suprema assassinati in una sola notte. Il paese è sotto shock, FBI e CIA brancolano nel buio. Chi poteva volere la loro morte? Darby Shaw, una brillante studentessa di legge, è convinta di aver trovato la risposta e l’ha scritta in un rapporto. Ma chiunque viene a conoscenza del “rapporto Pelican” è destinato a morire.

Il rapporto Pelican è uno dei miei libri preferiti. Una storia ricca di colpi di scena e appassionante. Da questo romanzo è stato girato anche un film, veramente molto bello che consiglio a tutti!

PUNTEGGIO 5/5

John Grisham 

(Immagine presa QUI )

John Grisham (Jonesboro, Arkansas, 1955) laureandosi in legge nel 1981, per nove anni è stato avvocato penalista ed è l’inventore del legal thriller. Ha ricoperto incarichi politici come membro della “Mississipi House of Representatives”. È l’autore di numerosi romanzi: Il momento di uccidere, Il socio, Il Rapporto Pellican, Il Cliente, L’appello, L’uomo della pioggia, La Giuria, Il Partner, L’avvocato di strada, Il testamento, I Confratelli, La casa dipinta, La convocazione, Fuga dal Natale, il re dei torti, L’allenatore, L’ultimo giuramento e il Broker. 


Dettagli prodotto
Editore ‏ : ‎ Mondadori; 3° edizione (30 maggio 2016)
Lingua ‏ : ‎ Italiano
Copertina flessibile ‏ : ‎ 392 pagine
ISBN-10 ‏ : ‎ 8804667648
ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8804667643
Peso articolo ‏ : ‎ 300 g
Dimensioni ‏ : ‎ 12.6 x 2.1 x 19.7 cm
Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 26,707 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)n. 81 in Thriller legali
n. 8,457 in Narrativa di genere

Notre-Dame de Paris di Victor Hugo (Einaudi Tascabili)

“Soltanto Hugo, con il peso del suo stile, ha potuto esercitare una pressione sulla letteratura classica, fino a farla esplodere” Roland Barthes

Un capolavoro del romanticismo francese: sullo sfondo di una Parigi medievale, sinistra e tumultuante -la cattedrale di Notre-Dame è il vero palcoscenico di tutta la storia- la bella zingara Esmeralda è contesa tra il deforme campanaro Quasimodo, il malvagio arcidiacono Frollo, anima nera del romanzo, il poeta pazzo Grigoire e il nobile capitano Phoebus. Protagonista aggiunto la folla, per la prima volta al centro di un libro che mette in scena i sentimenti più contrastanti ed estremi in cui si intrecciano dramma ed epoca e in cui si confrontano il male e il bene, il bello e l’orrido e i dolorosi interrogativi dell’autore, i suoi turbamenti profondi.
Un grandioso affresco  di altissima letteratura che contiene il respiro della storia e che, più volte trasposto sugli schermi cinematografici – nel 1939 da William Dieterle con Charles Laughton e Maureen O’Hara, nel 1956 da Jean Delaunoy con Gina Lollobrigida e Anthony Quinn – ha ispirato il film della Walt Disney Il gobbo di Notre-Dame.


RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del libro: “Notre-Dame de Paris” di Victor Hugo. Un capolavoro della lettura classica che non può mancare nella vostra libreria.

L’arcidiacono di Notre-Dame, Claude Frollo, si innamora della celebre danzatrice zingara Esmeralda. Incarica perciò il grottesco campanaro della cattedrale, il gobbo Quasimodo, di rapirla. Ma il capitano Phoebus de Chateaupers la trae in salvo e conquista il suo amore. Frollo uccide Phoebus facendo ricadere su Esmeralda la colpa del delitto. Quasimodo intanto, commosso da un atto di gentilezza di lei, diventa quasi un suo schiavo e la conduce a Notre-Dame per proteggerla. Dopo una serie di peripezie, Esmeralda verrà catturata e fatta impiccare sotto gli occhi di Frollo, che osserva impassibile l’esecuzione. Quasimodo, disperato, ucciderà Frollo e poi, con il cadavere della donna tra le braccia, si lascerà morire a sua volta. Introduzione di Goffredo Fofi.

Uno dei capolavori dello scrittore Victor Hugo, un romanzo drammatico, commovente e convincente. L’autore narra con criticità, ma anche con sentimento, una storia triste e passionale. Un libro che racconta un’epoca medievale desolante, un luogo cupo e stravagante, ma con un denominatore comune: l’amore.

PUNTEGGIO 5/5

VICTOR HUGO 

(Immagine presa QUI)

(Besançon 1802- Parigi 1885), poeta e drammaturgo, si è affermato come capofila del romanticismo, dividendosi tra l’impegno politico, la vita mondana e l’attività di accademico. Di Hugo sono stati pubblicati I miserabili, Novantatré, Cose viste …


Dettagli prodotto
Editore ‏ : ‎ Einaudi; 1° edizione (30 maggio 2019)
Lingua ‏ : ‎ Italiano
Copertina flessibile ‏ : ‎ 550 pagine
ISBN-10 ‏ : ‎ 8806243047
ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8806243043
Peso articolo ‏ : ‎ 520 g
Dimensioni ‏ : ‎ 13 x 3 x 20 cm
Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 77,222 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)n. 106 in Letteratura francese
n. 3,109 in Narrativa storica (Libri)
n. 3,626 in Classici (Libri)

Oggetti di reato (2°Kay Scarpetta)di Patricia Cornwell (Oscar Mondadori)

Qualcuno perseguita Beryl Madison. Qualcuno che la spia e la minaccia con telefonate oscene. La donna, terrorizzata e stanca di scappare, finisce una sera con l’aprire la porta a colui che poi sarà il suo assassino. Gli indizi che emergono sotto il microscopio della dottoressa Kay Scarpetta, capo dell’ufficio di medicina legale, si trasformano poco a poco in un incubo che minaccia la sua vita stessa.

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del libro: “Oggetti di reato” di Patricia Cornwell, il secondo della serie Kay Scarpetta.

Qualcuno perseguita Beryl Madison: la spia e la minaccia con telefonate oscene. La donna, terrorizzata e stanca di scappare, finisce una sera con l’aprire la porta a colui che poi sarà il suo assassino.

Il secondo libro di Kay Scarpetta è davvero bellissimo!  La scrittura e la trama sono semplici, la lettura è scorrevole e ben calibrata. L’ambientazione e i personaggi sono realistici e impostati alla perfezione. La tecnica di indagine un po’ datata, ma sicuramente non lasciata al caso.

Consiglio!

PUNTEGGIO 5/5

Patricia Cornwell 

(Immagine presa QUI )Patricia Cornwell ha venduto oltre cento milioni di copie dei suoi libri, tradotti in trentasei lingue e pubblicati in più di centoventi paesi. Il suo primo romanzo Postmortem, scritto quando l’autrice era analista informatico presso l’Istituto di medina legale di Richmond, è l’unico ad aver vinto nello stesso anno cinque premi prestigiosi ed è il primo thriller ad ambientazione medico-legale.
Insolito e crudele è stato insignito del Gold Dagger Award nel 1993.

Patricia Cornwell è tra i fondatori del Virginia Istitute of Forensic Science and Medicine e della National Forensic Academy, e membro del Comitato consultivo del Forensic Sciences Traninig Program presso l’OCME di New York, nonché del McLean Hospital’s National Council, dove è sostenitrice delle ricerca psichiatrica.
L’autrice attualmente vive a Boston.
Sito ufficiale: http://www.patriciacornwell.com/

I Leoni di Sicilia – La saga dei Florio di Stefania Auci (Editrice Nord)

Ignazio rimane indietro con Pajno. “Avrete i vostri picciuli secondo quanto stabilito, Pajano, crisi o non crisi. I Florio pagano sempre i loro debiti. E, se non vi basta la mia firma, avrete la mia parola.”

Pagina 117

Dal momento in cui sbarcano a Palermo da Bagnara Calabria, nel 1799, Paolo e Ignazio Florio guardano avanti, irrequieti e ambiziosi, decidi ad arrivare più in alto di tutti. A essere i più ricchi, i più potenti. E ci riescono: in breve tempo, i fratelli rendono la loro bottega di spezie la migliore della città, poi avviano il commercio di zolfo, acquistano case e terreni dagli spiantati nobili palermitani, creano una loro compagnia di navigazione… E quando Vincenzo, figlio di Paolo, prende in mano la Casa Florio, lo slancio continua, inarrestabile: nelle cantine Florio, un vino da poveri – il marsala – viene trasformato in un vero nettare degno della tavola di un re; a Favigliana, un metodo rivoluzionario per conservare il tonno – sott’olio e in lattina – ne rilancia il consumo. In tutto ciò, Palermo osserva con stupore l’espansione dei Florio, ma l’orgoglio si stempera nell’invidia e nel disprezzo: quegli uomini di successo rimangono comunque stranieri, facchini, il cui sangue puzza di sudore. Non sa, Palermo, che proprio un briciante desiderio di riscatto sociale sta alla base dell’ambizione dei Florio e segna nel bene e nel male al loro vita; che gli uomini della famiglia sono individui eccezionali ma anche fragili – sebbene non lo possano ammettere – hanno bisogno di avere accanto donne eccezionali: come Giuseppina, moglie di Paolo, che sacrifica tutto – compreso l’amore – per la stabilità della famiglia, oppure Giulia, la giovane milanese che entra come un vortice nella vita di Vincenzo e ne diventa il porto sicuro, la roccia inattaccabile.

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del libro: “I Leoni di Sicilia – La saga dei Florio” di Stefania Auci. Una storia che non mi è piaciuta particolarmente, malgrado abbia avuto un gran successo e abbia venduto moltissime copie. Dubito che acquisterò il secondo libro.

Dal momento in cui sbarcano a Palermo da Bagnara Calabria, nel 1799, Paolo e Ignazio Florio guardano avanti, irrequieti e ambiziosi, decidi ad arrivare più in alto di tutti. A essere i più ricchi, i più potenti. E ci riescono. E quando Vincenzo, figlio di Paolo, prende in mano la Casa Florio, lo slancio continua.

La storia è scritta veramente bene: una ricostruzione storica impeccabile, frutto di interminabili ricerche da parte dell’autrice. Malgrado ciò ho trovato il libro noioso, asciutto e privo di emozioni. La storia dei Florio è un’era complicata da narrare e da rendere attrattiva: insomma, capisco la difficoltà della scrittrice che deve districarsi da vendite, acquisti, dazi per cercare di rendere il racconto affascinante. È davvero un’ardua impresa.

Purtroppo questa storia non mi ha proprio colpita, anzi l’ho reputata noiosa, ma non per colpa dell’autrice, ma per gli avvenimenti storici.

La mia copia è autografata e illustrata!

PUNTEGGIO 2/5


Dettagli prodotto
ASIN ‏ : ‎ B07NQP6YHJ
Editore ‏ : ‎ Casa Editrice Nord (6 maggio 2019)
Lingua ‏ : ‎ Italiano
Dimensioni file ‏ : ‎ 1623 KB
Da testo a voce ‏ : ‎ Abilitato
Screen Reader ‏ : ‎ Supportato
Miglioramenti tipografici ‏ : ‎ Abilitato
Word Wise ‏ : ‎ Non abilitato
Lunghezza stampa ‏ : ‎ 376 pagine
Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 458 in Kindle Store (Visualizza i Top 100 nella categoria Kindle Store)n. 23 in Narrativa storica (Kindle Store)
n. 28 in Narrativa storica (Libri)
n. 86 in Narrativa contemporanea (Kindle Store)

Il Socio di John Grisham (Oscar Mondadori)

Una laurea ad Harvard e un contratto da favola con un prestigioso studio legale di Memphis. Per Mitchell McDeer e sua moglie Abby il futuro non potrebbe essere più roseo.
Tutto perfetto, insomma. Almeno all’apparenza. Peccato infatti che l’FBI pretenda proprio da lui le prove dei loschi affari che lo studio Bendini, Lambert&Locke gestisce per conto della mafia. E peccato anche che i soci anziani del suddetto studio abbiano la pessima abitudine di far eliminare i collaboratori infedeli. Tallonato dall’FBI, minacciato dalla mafia, Mitchell è in trappola. A meno che non riesca a mettere in atto la più formidabile delle beffe. Dalla magistrale penna di John Grisham, il bestseller internazionale che ha ispirato l’omonimo successo cinematografico diretto da Sidney Pollack e interpretato da Tom Cruise.

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del libro: “Il Socio” di John Grisham. Il secondo romanzo pubblicato dallo scrittore. Una storia incredibile e sorprendente, per i miei gusti la più bella.

Una laurea a Harvard e un contratto da favola con un prestigioso studio legale di Memphis. Per Mitchell McDeer e sua moglie Abby il futuro non potrebbe essere più roseo.
Tutto perfetto, insomma. Almeno all’apparenza. Peccato infatti che l’FBI pretenda proprio da lui le prove dei loschi affari che lo studio Bendini, Lambert&Locke gestisce per conto della mafia. E peccato anche che i soci anziani del suddetto studio abbiano la pessima abitudine di far eliminare i collaboratori infedeli. Tallonato dall’FBI, minacciato dalla mafia, Mitchell è in trappola.

Lo scritto è emozionante e veritiero, non è dispersivo, anzi alquanto intrigante. I personaggi sono reali e ben descritti.

Ovviamente è un romanzo un po’ “datato” in quanto scritto negli anni novanta, infatti la tecnologia, i mezzi di comunicazione sono rudimentali rispetto al giorno d’oggi. Tuttavia i fatti sono ben impostati e la trama coerente, quindi la storia non viene rovinata da questi elementi.
Assolutamente da leggere!

PUNTEGGIO 5/5

John Grisham 

(Immagine presa QUI )

John Grisham (1955) laureandosi in legge nel 1981, per nove anni è stato avvocato penalista. Ha ricoperto incarichi politici come membro della “Mississipi House of Representatives”. È l’autore di numerosi romanzi: Il momento di uccidere, Il socio, Il Rapporto Pellican, Il Cliente, L’appello, L’uomo della pioggia, La Giuria, Il Partner, L’avvocato di strada, Il testamento, I Confratelli, La casa dipinta, La convocazione, Fuga dal Natale, il re dei torti, L’allenatore, L’ultimo giuramento e il Broker. 


Dettagli prodotto

  • Editore ‏ : ‎ Mondadori (22 ottobre 2019)
  • Lingua ‏ : ‎ Italiano
  • Copertina flessibile ‏ : ‎ 432 pagine
  • ISBN-10 ‏ : ‎ 8804718137
  • ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8804718130
  • Peso articolo ‏ : ‎ 280 g
  • Dimensioni ‏ : ‎ 12.8 x 2 x 19.8 cm

Sahib, l’elefante generoso di Philippe Moser (ESG)

Anche ad un elefante ubbidiente e lavoratore può capitare di doversi ribellare. Come mai? Lo scoprirai leggendo questo indimenticabile racconto di Philippe Moser.
Lettura: 7 anni

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del libricino: “Sahib, l’elefante generoso” della casa editrice ESG.

Sahib è un elegante docile, lavoratore e ubbidiente. Un animale straordinario e fedele al suo padrone, ma un giorno si ribella al suo padrone.

Una storia carina, semplice e ben scritta. Le illustrazioni sono in bianco e nero, le mie bambine le hanno colorate con le matite colorate. Il racconto poteva essere sviluppato maggiormente e le descrizioni approfondite in modo da rendere la storia più attraente.

PUNTEGGIO 3/5

Philippe Moser 
L’autore
Sono nato nel 1934 ad Alle, nel canton Giura. Il mio destino mi ha condotto all’insegnamento grazie al quale posso mettermi al servizio del prossimo il mio umanesimo e la mia fede profonda. Sono membro della Società Svizzera degli scrittori e sono autore di numerose raccolti di poemi come “Calels”, “Ciels melés” e di parecchie opere divulgative come il famoso “Pestalozzi”, pubblicato in occasione del 700° della Confederazione.
Poeta della speranza, scrivo per dire gli uomini ciò che essi sono e ciò che possono essere grazie alla luce della speranza.

Yatchi 
L’illustratrice
Molto tempo fa abito su una “stella” molto lontana chiamata Giappone, dove tutti hanno i capelli neri e gli occhi marroni.
Amo disegnare da quando sono piccola; ho perciò frequentato la Scuola delle Belle-Arti e ho lavorato come illustratrice.
Un giorno, con mia figlia, ho trovato una stella filante. Abbiamo così deciso di preparare le nostre valigie riempiendole di matite, pennelli e fogli e siamo saliti sulla stella filante. Ed eccoci in Svizzera, a Ginevra, dove, da 17 anni, continuo a disegnare per i bambini.

Fiorire tra le Rocce di Marianna Corona (Scrittore Giunti)

Mi sto allenando. Anzi adoperando. Allenare non vuol dire forzare, ma adoperare. Srotolare il tappetino è un po’ come srotolare i pensieri, che da matassa tornano filo.
Pagina 190
A Erto, il paese delle Dolomiti friulane segnato dalla tragedia del Vajont e amato dai climber per le sue magnifiche falesie, c’è una via di roccia che si chiama “Mari’s Bad Rock Day”: è dedicata a Marianna Corona, in ricordo del giorno in cui lei proprio su quella parete si bloccò, senza riuscire più a salire né a scendere. Ma Marianna ancora non sapeva che quella era solo una sorta di prova generale, in vista del passaggio ben più duro che la vita le avrebbe riservato nel 2017: la malattia, di fronte alla quale non c’è allenamento o tecnica che venga in soccorso, ma bisogna cercare dentro di sé le risorse per farcela. Sì, perché la vita ha molto in comune con la montagna: è bellissima ma anche piena di rischi, ci chiede l’umiltà di mettere un passo dopo l’altro, di cercare gli appigli giusti, e soprattutto ci costringe a conoscere noi stessi, a dosare il respiro di fronte alle salite, a trovare un equilibrio prima di godere del panorama… In questo libro, che unisce una toccante testimonianza narrativa a una originalissima rivisitazione dei fondamenti della pratica yogica, una giovane donna coraggiosa ci racconta la sua infanzia in una famiglia molto speciale, l’incanto e la durezza del crescere tra le montagne, l’avvicinamento allo yoga e il suo grande respiro, la malattia come momento doloroso ma al tempo stesso capace di rivelare cosa conta davvero. Come osserva Mauro Corona, che di queste pagine è al tempo stesso lettore e protagonista, “sotto le foglie di una scrittura ironica si percepisce l’alito fresco della malinconia, humus positivo che nutre la speranza. […] Quando il mondo ci crolla addosso e tutto sembra perduto, esce la speranza nascosta in ciò che vedevamo ma non conoscevamo. Per fiorire tra le rocce serve quel tipo di humus”. Con un testo e le illustrazioni di Mauro Corona.

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del libro “Fiorire tra le Rocce” di Marianna Corona: una biografia straordinaria in cui l’autrice racconta la sua forza di volontà per sconfiggere la malattia.
C’è una via di roccia che si chiama “Mari’s Bad Rock Day”: è dedicata a Marianna Corona, in ricordo del giorno in cui lei proprio su quella parete si bloccò, senza riuscire più a salire né a scendere. Ma Marianna ancora non sapeva che quella era solo una sorta di prova generale, in vista del passaggio ben più duro che la vita le avrebbe riservato nel 2017: la malattia, di fronte alla quale non c’è allenamento o tecnica che venga in soccorso, ma bisogna cercare dentro di sé le risorse per farcela. Sì, perché la vita ha molto in comune con la montagna: è bellissima ma anche piena di rischi, ci chiede l’umiltà di mettere un passo dopo l’altro, di cercare gli appigli giusti, e soprattutto ci costringe a conoscere noi stessi, a dosare il respiro di fronte alle salite, a trovare un equilibrio prima di godere del panorama.
Una storia commovente, descritta con sensibilità, ma anche con ironia. Un biografia scritta sia per se stessa sia per aiutare i malati di cancro a non demordere. Un percorso fatto di difficoltà, dolore, nonostante ciò con grande coraggio e forza interiore.
In questo libro Marianna Corona racconta come ha vissuto una malattia terribile che l’ha colpita alcuni anni fa. Lei con la sua forza d’animo l’ha superata, ma non da sola: con l’aiuto dei suoi cari e dello yoga.
Il libro è suddiviso in due:
– la prima parte c’è il resoconto della vita dell’autrice prima e dopo la malattia, soffermandosi sulla sua infanzia, sulla sua famiglia e sul suo percorso lavorativo.
-la seconda parte è dedicato alla yoga. In questo inserto sono presenti delle posizioni yoga con relative descrizioni e pensieri personali, con disegni di Mauro Corona e fotografie.
All’interno del volume ho trovato questo bellissimo disegno realizzato dall’autrice che ho voluto incorniciare.

PUNTEGGIO 5/5

MARIANNA CORONA

Pratica yoga dal 2010. Ha conseguito la laurea specialistica in Linguaggi e tecnologia dei nuovi media, approfondendo poi l’esperienza lavorativa nella creazioni di contenuti web. La sua passione per la vita all’aria aperta a contatto con la natura, le camminate, lo sport, l’arrampicata e la curiosità di imparare l’hanno portata a studiare alcune discipline orientali legate alla consapevolezza del corpo e alla coordinazione di respiro e movimento. È diventata insegnate di yoga nel 2017.

http://www.mariannacorona.it 


Dettagli prodotto
Editore ‏ : ‎ Giunti Editore (31 marzo 2021)
Lingua ‏ : ‎ Italiano
Copertina rigida ‏ : ‎ 408 pagine
ISBN-10 ‏ : ‎ 8809881273
ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8809881273
Peso articolo ‏ : ‎ 700 g
Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 48,202 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)n. 163 in Malattia
n. 348 in Narrativa biografica
n. 1,374 in Filosofia (Libri)

I Fannulloni di Marco Lodoli (Einaudi Scuola)

Nati dall’invito rivolto all’autore di scrivere un racconto sul denaro, I fannulloni narrano, con gioiosa leggerezza, la storia di un incontro tra due culture, due anime, due modi di intraprendere la vita e il mondo, due personaggi infine: Lorenzo Marchese, venditore di pietre e tipografo, vedovo inconsolabile, povero ma gran signore, e Gabén, falsario – un africano, simpatico imbroglione, allegro immigrato (da un paese che non c’è).Se Lorenzo è il simbolo di un Occidente rassegnato e malinconico, Gabén porta nel deserto dei valori e delle motivazioni una nuova primavera.
Scrive Lodoli nella premessa: “Gabèn è la parte ottimista di ogni di noi (…) è la voce che ci dice: perché no? Perché non tentare? Perché gettare la spugna senza aver nemmeno provato? Perché ripetere, stancamente, che la vita è un pianto, un’assurdità, un nulla doloroso e insensato, quando invece sappiamo benissimo quant’è bello partecipare con tutte le nostre energie ai progetti migliori (…)?”

Recensione: 

Oggi voglio parlarvi del libro: “I Fannulloni” di Marco Lodoli. Ho letto e analizzato questo libro al liceo, circa 15 anni fa, a dir la verità non mi aveva entusiasmato, anzi lo avevo trovato piuttosto noioso, poi quest’anno ho deciso di riprenderlo in mano. L’ho letto con un’altra esperienza sia letteraria sia culturale e devo ammettere che l’ho apprezzato profondamente.

Il libro racconta la storia di un incontro tra due culture, due anime, due modi di intraprendere la vita e il mondo, due personaggi infine: Lorenzo Marchese, venditore di pietre e tipografo, vedovo inconsolabile, povero ma gran signore, e Gabén, falsario – un africano, simpatico imbroglione, allegro immigrato (da un paese che non c’è). Se Lorenzo è il simbolo di un Occidente rassegnato e malinconico, Gabén porta nel deserto dei valori e delle motivazioni una nuova primavera.

È un libro profondo e ricco di emozioni. Scritto anni fa, tuttavia molto attuale per i suoi contenuti profondi e approfondi di una società spesso spezzata in due da pregiudizi. Un breve racconto, scorrevole e a tratti anche ironico. Lo consiglio!

PUNTEGGIO 5/5

MARCO LODOLI 

(immagina presa QUI )

Marco Lodoli è nato a Roma nel 1956, e a Roma ha quasi sempre vissuto. 

Insegna in un istituto professionale per chimici, accompagnatori turistici e figuriniste. 

Tiene una rubrica di cinema su “Diario” e una di “bellezze romane” sulla pagina regionale de “La Repubblica”.

Ha scritto le seguenti opere di narrativa: 

– Diario di un millennio che fugge.

– Snack Bar Budapest

-Grande Raccordo 

-I fannulloni

– Crampi

– Grande Circo Invalido 

– I principianti 

– Calendarietto

– Cani e Lupi

– Boccacce

– Il vento

– I fiori 

– Un uomo innocuo 

-Ponte Milvio 

-Fuori dal cinema

Editore ‏ : ‎ Einaudi Scuola (26 aprile 2001)
Lingua ‏ : ‎ Italiano
Copertina flessibile ‏ : ‎ 128 pagine
ISBN-10 ‏ : ‎ 8828605251
ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8828605256
Peso articolo ‏ : ‎ 70 g
Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 76,117 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)n. 16,558 in Testi di formazione e consultazione per ragazzi
n. 17,447 in Testi di formazione e consultazione per bambini

Viaggio nel tempo di Geronimo Stilton (Piemme Editore)

Partite con me per il primo incredibile stratopico Viaggio nel Tempo!
Sarà un avventura mozzafiato parola di Stilton, Geronimo Stilton

Avete mai provato (brrrr!) a essere inseguiti da un Tyrannosaurus rex? Vi siete mai persi nel serto alla ricerca della piramide di Cheope?

E avete mai provato a dar l’assedio a un castello medioevale?
A me è successo, eccome!
Tutto iniziò così, proprio così: il professor Volt mi invitò a partire per un Viaggio nel Tempo con la mia famiglia. Pteronodonti, stegosauri e foreste preistoriche!
Mummie, faraoni e piramidi! Castelli, cavalieri e damigelle!
Quante avvenute mozzafiato mi aspettavano…

Età di lettura: 7anni

www.geronimostilton.com 

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del libro: “Viaggio nel tempo” di Geronimo Stilton. Una storia per bambini divertente e avventurosa.

l professor Volt invitò Geronimo a partire per un Viaggio nel Tempo con la sua famiglia. I protagonisti si trovarono in un mondo lontano con dinosauri, mummie, faraoni, cavalieri e damigelle.

La storia è ironica e divertente. La scrittura di facile comprensione e illustrata meravigliosamente. Il tema storico trattato è semplice e avventuroso.

Consigliato!

PUNTEGGIO 5/5

Dettagli prodotto
Editore ‏ : ‎ Piemme; 1° edizione (10 luglio 2018)
Lingua ‏ : ‎ Italiano
Copertina flessibile ‏ : ‎ 287 pagine
ISBN-10 ‏ : ‎ 8856665336
ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8856665338
Peso articolo ‏ : ‎ 380 g
Dimensioni ‏ : ‎ 14.7 x 2.5 x 18.7 cm
Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 464 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)n. 4 in Humor per bambini (Libri)
n. 11 in Scienze, natura e tecnologia per bambini (Libri)
n. 14 in Avventura per bambini (Libri)

I bambini hanno bisogno di regole di Helga Gürtler (Red Edizioni)

Il bambino sicuro di sé, capace di far valere i suoi diritti e di rispettare quelli degli altri, capace di convivere in armonia, è stato educato a seguire semplici, ragionevoli regole di vita. Regole che i genitori non impongono con la forza o con il ricatto, ma che stabiliscono esercitando il buon senso, l’osservazione attenta delle esigenze del bambino, e che si impegnano loro stessi a rispettare. Con esempi concreti, tratti dalla vita di ogni giorno, questo manuale aiuta i genitori a formulare alcune basilari regole di convivenza.

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del libro: “I bambini hanno bisogno di regole” di Helga Gürtler. Questo manuale è stato molto utile con le mie figlie.

l bambino sicuro di sé, capace di far valere i suoi diritti e di rispettare quelli degli altri, capace di convivere in armonia, è stato educato a seguire semplici, ragionevoli regole di vita. Regole che i genitori non impongono con la forza o con il ricatto, ma che stabiliscono esercitando il buon senso, l’osservazione attenta delle esigenze del bambino, e che si impegnano loro stessi a rispettare.

Nel manuale sono presenti esempi concreti e reali. Sono soddisfatta di questo libro, è sintetico e facile, lo consiglio.

PUNTEGGIO 5/5


Dettagli prodotto
Editore ‏ : ‎ Red Edizioni (6 gennaio 2003)
Lingua ‏ : ‎ Italiano
Copertina flessibile ‏ : ‎ 93 pagine
ISBN-10 ‏ : ‎ 8870315630
ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8870315639
Peso articolo ‏ : ‎ 200 g
Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 117,558 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)n. 5,918 in Psicologia (Libri)
n. 6,803 in Educazione (Libri)
n. 16,354 in Famiglia, salute e benessere (Libri)

PostMortem (1°Kay Scarpetta) di Patricia Cornwell (Mondadori)

Un serial killer è in azione nella città di Richmond; già tre donne sono morte, violentate e strangolate nelle loro camere da letto. Nulla le accomuna, l’omicida sembra colpire a caso. La sola costante è che i delitti avvengono sempre di sabato prima dell’alba. È per questo che quando una telefonata della polizia sveglia nel cuore della notte, Kay Scarpetta -capo dell’ufficio di medica legale della Virginia- intuisce immediatamente che l’inafferrabile assassino ha agito di nuovo. La minaccia incombe, il sanguinario killer può tornare a colpire in qualunque momento e da qualunque parte. Kay non può escludere nessuna ipotesi, nemmeno quella di essere il prossimo obiettivo. E sa di avere anche altri nemici: qualcuno che sta cercando di intralciare la sua azione, qualcuno che nell’ombra cerca di insidiarne il ruolo, compromettendo irrimediabilmente la caccia all’assassino.

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del primo libro della serie Kay Scarpetta: “PostMortem” di Patricia Cornwell. Una delle mie scrittrici preferite. Sono anni che la seguo e amo i suoi gialli.

Un serial killer è in azione nella città di Richmond; già tre donne sono morte, violentate e strangolate nelle loro camere da letto. Nulla le accomuna, l’omicida sembra colpire a caso. La sola costante è che i delitti avvengono sempre di sabato prima dell’alba. È per questo che quando una telefonata della polizia sveglia nel cuore della notte, Kay Scarpetta -capo dell’ufficio di medica legale della Virginia- intuisce immediatamente che l’inafferrabile assassino ha agito di nuovo. La minaccia incombe, il sanguinario killer può tornare a colpire in qualunque momento e da qualunque parte. Kay non può escludere nessuna ipotesi, nemmeno quella di essere il prossimo obiettivo. E sa di avere anche altri nemici: qualcuno che sta cercando di intralciare la sua azione, qualcuno che nell’ombra cerca di insidiarne il ruolo, compromettendo irrimediabilmente la caccia all’assassino.

La storia è intrigante e scorrevole, l’idea è originale e ben strutturata. La lettura è fluida e semplice, piacevole e rilassante. I personaggi sono convincenti e realistici. Decisamente un thriller appassionante.


La Cornwell è stata la prima scrittrice ad occuparsi di questa tipologia di indagine da cui poi sono stati ispirati numerose serie tv americane.

PUNTEGGIO 5/5

Patricia Cornwell 

(Immagine presa QUI )

Patricia Cornwell ha venduto oltre cento milioni di copie dei suoi libri, tradotti in trentasei lingue e pubblicati in più di centoventi paesi. Il suo primo romanzo Postmortem, scritto quando l’autrice era analista informatico presso l’Istituto di medina legale di Richmond, è l’unico ad aver vinto nello stesso anno cinque premi prestigiosi ed è il primo thriller ad ambientazione medico-legale.
Insolito e crudele è stato insignito del Gold Dagger Award nel 1993.
Patricia Cornwell è tra i fondatori del Virginia Istitute of Forensic Science and Medicine e della National Forensic Academy, e membro del Comitato consultivo del Forensic Sciences Traninig Program presso l’OCME di New York, nonché del McLean Hospital’s National Council, dove è sostenitrice delle ricerca psichiatrica.
L’autrice attualmente vive a Boston.

Sito ufficiale: http://www.patriciacornwell.com/


Dettagli prodotto
Editore ‏ : ‎ Mondadori; 3° edizione (4 gennaio 2017)
Lingua ‏ : ‎ Italiano
Copertina flessibile ‏ : ‎ 322 pagine
ISBN-10 ‏ : ‎ 8804670118
ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8804670117
Peso articolo ‏ : ‎ 320 g
Dimensioni ‏ : ‎ 12.6 x 2.2 x 19.5 cm
Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 7,110 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)n. 160 in Gialli con donne investigatrici
n. 276 in Thriller con suspense
n. 2,427 in Narrativa di genere

Il sorriso di Monna Topisa di Geronimo Stilton (Piemme)

“Monna Topisa nasconde un segreto! Topardo da Sguinci aveva nascosto nel quadro degli indizi misteriosi.., Il mio fiuto di topo mi dice che qui c’è sotto un tesoro. Non avete sentito? Volete venire con me o no? Sarà una caccia al tesoro coi baffi, parola di Stilton.” Età di lettura: da 6 anni.

Recensione

Oggi voglio parlarvi del libro “Il Sorriso di Monna Topisa” di Geronimo Stilton. Un bellissimo libro per ragazzi. Mia figlia adora questo personaggio divertente, ironico e pauroso.

Geronimo Stilton deve scoprire quale mistero si nasconde dietro a Monna Topisa. Dietro al famoso quadro ci sono dei misteriosi indizi che porteranno il topo più famoso a scoprire un autentico tesoro.

Come tutte le storie di Stilton anche questa è esilarante, divertente e giocosa. Lo consiglio!

PUNTEGGIO 5/5

Geronimo Stilton

Nato a Topazia, la capitale dell’Isola dei Topi, è laureato in Topologia della Letteratura Rattica e in Filosofia Archeotopica Comparata. Geronimo Stilton è il direttore dell’Eco del Roditore, il giornale più famoso dell’Isola dei Topi, fondato da suo nonno Torquato Travolgiratti. Ha scritto più di 130 libri. Geronimo ha ricevuto anche il Premio Andersen 2001 come personaggio dell’anno. Uno dei suoi libri ha vinto il premio ebook Award 2002 come miglior libro elettronico del mondo per ragazzi. Nel tempo libero colleziona antiche croste di parmigiano del Settecento, gioca a golf ma soprattutto adora narrare fiabe al suo nipotino Benjamin.

www.geronimostilton.com


Dettagli prodotto

  • Editore ‏ : ‎ Piemme (12 febbraio 2015)
  • Lingua ‏ : ‎ Italiano
  • Copertina flessibile ‏ : ‎ 128 pagine
  • ISBN-10 ‏ : ‎ 8856644215
  • ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8856644210
  • Peso articolo ‏ : ‎ 222 g
  • Dimensioni ‏ : ‎ 14 x 1 x 18 cm

Elettra di Gian Carlo Fanori (Giovane Holden Edizioni)

“Quelli che mi legavano ai miei territori erano sentimenti forti, ma il mio desiderio di fare la giornalista lo era ancora di più. Sapere che avrei sofferto per la mancanza dei miei affetti non mi avrebbe trattenuta, così come sapere mi attendeva una vita spartana. Sotto il profilo economico la proposta di Stile&Società non era certo delle migliori, e non mi sfuggiva che avrei dovuto sudare sette camicie per farmi bastare l’esiguo stipendio previsto. Grazie a Dio avevo da parte un po’ di soldi, accumulati a furia di dare lezioni private e nei mesi di insegnamento, e in qualche modo… In qualche modo ce l’avrei fatta.”

Elettra è una giovane donna bellissima, colta e intelligente. Determinata a diventare giornalista, dopo gli studi e un tirocinio presso una testata di provincia, entra nello staff di una celebre rivista patinata diretta dall’ambiguo Luciano Schiavo. Per adeguarsi ai ritmi del nuovo lavoro si trasferisce a Milano lasciandosi alle spalle senza troppi rimpianti un incarico da insegnante. Più complessa la sua situazione sentimentale: un fidanzato perfetto abbandonato in favore di un amante innamorato della sua ex, da cui a sua volta è stata abbandonata.
L’avvenenza di Elettra, che spesso l’ha favorita, a volte si rivela un peso insostenibile. In particolare, quando il suo nuovo capo la fa oggetto di molestie sessuali.
Che fare? Denunciarlo o tentare di dimenticare e ricominciare ancora una volta? E soprattutto, quante volte si può trovare la forza per ricominciare?
Gian Carlo Fanori esplora con audacia la psicologia di una giovane donna in carriera costretta a fare i conti non solo con un mondo professionale in cui le attenzioni morbose del capo hanno scarsa possibilità di essere sanzionate, ma anche con se stessa e le proprie ambizioni.

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del libro: “Elettra” di Gian Carlo Fanori. Una storia che ho apprezzato moltissimo.

Elettra è una giovane donna bellissima, colta e intelligente. Determinata a diventare giornalista, dopo gli studi e un tirocinio presso una testata di provincia, entra nello staff di una celebre rivista patinata diretta dall’ambiguo Luciano Schiavo. L’avvenenza di Elettra, che spesso l’ha favorita, a volte si rivela un peso insostenibile. In particolare, quando il suo nuovo capo la fa oggetto di molestie sessuali.

Un libro che rispecchia la vita di quasi tutte le donne giovani. L’autore racconta la storia di Elettra con enfasi e passione. La protagonista una donna comune con ambizioni lavorative che desidera ardentemente diventare una giornalista, ma è anche una giovane normale alla ricerca dell’amore eterno. Tuttavia, il mondo professionale è un abisso innavigabile per Elettra e la ricerca dell’amore perfetto è infruttuoso. Una contrapposizione di sentimenti ed emozioni si susseguono in tutto il romanzo, rendendolo appassionante e intrigante.

Gian Carlo Fanori nel suo libro tocca anche un tema importante che spesso viene sottovalutato: le molestie sessuali sul lavoro. Purtroppo questo argomento è ancora tabù nella nostra società; sono moltissime le donne che subiscono violenza psicologica e fisica da parte dei loro capi per ottenere dei previlegi. Tristemente chi non acconsente alle proposte scabrose spesso viene licenziato o degradato a mansioni di poco conto. Le poche donne che hanno il coraggio di denunciare non vengono credute o non hanno prove a sufficienza per sostenere un processo. Un tarlo difficile da estirpare nella nostra realtà.

Complimenti all’autore per aver colto in tutta la sua bellezza e nella sua difficoltà il personaggio di Elettra. Fanori manda un messaggio forte al lettore: “Tutte le donne meritano rispetto, anche sul posto di lavoro!”

PUNTEGGIO 5/5

GIAN CARLO FANORI

Nato a Recco (Ge) nel 1954, dopo la maturità classica ha conseguito a Pavia la Laurea in Lettere Moderne. Giornalista pubblicista dal 1997, ha collaborato con La Provincia Pavese, Italia Oggi, Il Sole 24 ore e il mensile Monsieur. Si è occupato di comunicazione e risorse umane per alcune imprese industriali e edi servizi.

Ha pubblicato, per Italic Pequod: Candidato al successo, 2012, Premio Milano International 2019 e Premio Città di Pontremoli 2020; Vero nella notte, 2015, Premio Città di Cattolica 2019; Oltre il successo, 2018.

Dettagli prodotto

  • Editore ‏ : ‎ Giovane Holden Edizioni (10 aprile 2021)
  • Lingua ‏ : ‎ Italiano
  • Copertina rigida ‏ : ‎ 200 pagine
  • ISBN-10 ‏ : ‎ 8832928345
  • ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8832928341
  • Peso articolo ‏ : ‎ 290 g