Intervista a Flaminia Nucci

1- Ciao Flaminia. ti chiedo di presentarti ai miei lettori

Mi chiamo Flaminia Nucci, sono psicoanalista. Mi sono diplomata alla Libera Scuola di Terapia Analitica di Milano (Li.S.T.A.), scuola di specializzazione post-universitaria, la cui attività formativa e didattica si fonda sul pensiero e la prassi clinica di Carl Gustav Jung. Ho pubblicato tre saggi, una raccolta di racconti e quattro romanzi.

Mi dedico principalmente ad indagare i rapporti tra psicoanalisi junghiana, terapie basate sull’interazione tra Uomo e animale, tecniche sciamaniche di guarigione, poesia, letteratura e mito.

Ho partecipato a diverse trasmissioni televisive e radiofoniche, per Rete4, Tgcom24, Sky, Radiotelevisione Svizzera, Radio Popolare, Rai Radio 1 e 2. Ho collaborato e collaboro con diverse riviste, quotidiani e blog. Sono nata a Roma, ma vivo e lavoro a Milano.

2- Quando è iniziata la tua passione per la scrittura?

Ho cominciato scrivendo tre saggi inerenti al mio lavoro, poi, un giorno, un’analizzanda mi regala un libriccino intitolato Un gatto per Natale. Si trattava di un semplice racconto, ma mi ha commosso e ispirato a tal punto, da spingermi a scrivere un primo libro di racconti, pubblicati i quali, mi sono lanciata nel primo romanzo e poi ci ho preso gusto.

Nei miei libri il tema dell’inconscio e dei sogni è sempre molto presente. Penso che un libro, se letto da molte persone, si trasformi in un sogno collettivo. Ecco, io scrivo per condividere un sogno, per dare vita, insieme ai lettori, ad un grande sogno collettivo.

3- Parlaci del tuo romanzo/dei tuoi romanzi

Il sipario sui sogni è il terzo romanzo di una trilogia sul sogno: non si tratta di libri collegati tra loro, come fossero puntate televisive, si possono leggere autonomamente, ma hanno tutti il sogno e le connessioni psichiche come tema di fondo.

La visione junghiana della psiche non è cartesiana: essa è misteriosa, numinosa, insondabile, ed è il luogo dei fenomeni sincronistici, della precognizione, dei viaggi sciamanici, della telepatia, delle esperienze di pre-morte e dei viaggi fuori dal corpo. In fondo, psiche e cosmo sono la stessa cosa, considerati e sperimentati sotto aspetti diversi. Siamo tutti collegati intrapsichicamente, in virtù dell’inconscio collettivo, il contesto supremo in cui avvengono tutte le esperienze.

Per comprendere appieno questo concetto, bisogna immaginare che la psiche di tutti noi si sovrapponga e si compenetri, come i cerchi del diagramma di Venn: a loro volta, tutti i nostri cerchi sono compresi dentro un cerchio più grande, l’inconscio collettivo, appunto. Allora sarà possibile, come avviene ne La stagione dei sogni incrociati, La chiave del tempo e Il sipario sui sogni, entrare nella psiche di un’altra persona o, per meglio dire, sintonizzarsi con la sua psiche tramite un sogno o uno stato alterato di coscienza.

In particolare, ne Il sipario sui sogni, Frida Falk, psicanalista junghiana, si trova ad affrontare un dilemma, che le pone Magnus Ström, rappresentante del Movimento Liberi Sognatori. Questo il quesito: “Se lei sapesse che il nostro mondo e tutte le cose in esso contenute sono proiezioni provenienti da un livello di realtà al di là dello spazio e del tempo; e se sapesse che persone molto infelici possono ritrovare la felicità, spostandosi da un livello ad un altro, lei non le aiuterebbe?”. Frida entra dunque in contatto con quattro pazienti che hanno bisogno del suo aiuto per transitare da un livello di realtà all’altro. Quattro storie di perdita: una madre che ha perso una bambina, un anziano pittore privato della vista, un ragazzo transessuale orfano della propria identità e un profugo nigeriano, la cui capacità di vivere sembra essere annegata insieme ai suoi sventurati compagni di viaggio. Ma se trovare la felicità nei sogni equivalesse a perdere la vita? E se aiutare quattro persone a ritrovare ciò che hanno perduto significasse per Frida smarrire se stessa?

4- Come hai avuto l’ispirazione del tuo romanzo/dei tuoi romanzi?

Sicuramente la mia formazione e la mia professione mi influenzano molto, ma fondamentalmente i miei romanzi sono frutto della mia fantasia.

5- Cos’hai provato la prima volta che hai avuto un tuo romanzo fra le mani?

La prima pubblicazione è sempre molto emozionante. Nel mio caso si è trattato di un saggio di psicoanalisi. Per un professionista, un lavoro che viene valutato positivamente da un comitato scientifico, al punto da essere pubblicato, corrisponde a una vera e propria consacrazione.

I romanzi sono arrivati dopo, ma non sono stati meno importanti. Nella narrativa è maggiormente presente l’anima dello scrittore: è come se i romanzi fossero dunque un po’ parte di me, come fossero lo specchio della mia anima.

6- Raccontaci del tuo stile di scrittura e quale genere letterario preferisci per il tuo romanzo/i tuoi romanzi.

Credo di avere uno stile piuttosto moderno, scorrevole, asciutto, ma trascinante e a tratti poetico. Come dicevo, nelle mie narrazioni, è sempre presente il tema dei sogni e delle connessioni psichiche: non saprei definire il genere, forse è un genere un po’ nuovo. Con un po’ di fantasia, potremmo definirlo “meta-psichico”, in ogni caso si tratta di storie di vita reale e vita interiore, che si intrecciano le une con le altre.

7- Chi è il tuo scrittore preferito? Perché?

Ce ne sono diversi, ma forse, per genere e argomenti trattati, i miei preferiti sono Murakami e Yalom: entrambi parlano di psiche e di inconscio. Murakami anche di mistero.

8- Hai altre passioni?

Sicuramente la musica: da bambina e da adolescente suonavo il violino, da adulta ho approcciato la chitarra perché mi piace cantare e ora sto studiando anche un po’ il pianoforte. Soprattutto, però, mi dedico all’ascolto: vado spesso ai concerti, anche di musica classica. Adoro la musica dal vivo.

9- Puoi svelarci i tuoi progetti letterari futuri?

Ho appena finito di scrivere un nuovo romanzo in cui la protagonista sarà coinvolta in una corsa contro il tempo per salvare l’umanità e il mondo. Vorrei pubblicarlo nel prossimo futuro.

10- Vuoi aggiungere qualcosa?

Il tuo sito web/blog: flaminianucci.it

Sito vendita dei tuoi libri: tutti quelli che vendono libri

Facebook: Flaminia Nucci

Instagram: flaminianucci_scrittrice

LinkedIn: Flaminia Nucci

Altro:

Pubblicità

BlondeBird di Sara Mangione

Titolo: BlondeBird

Autrice: Sara Mangione

Genere e trope: Hate to love, On the road, Contemporary romance, Age gap

Data di pubblicazione: 27/01/2023

Edizione: Self publishing

Formato: e-Book e cartaceo flessibile (Disponibile su Amazon e per abbonati Kindle Unlimited)

Pagine: 318

Costo: e-Book 1,99€, Cartaceo da definire

Trama: Cosa succede quando si costringono un uomo con la camicia sempre addosso e una giovane ragazza avventuriera a condividere un viaggio? Denver Valentine è un rispettato giornalista sportivo. Tenere distanti le persone con la sua arroganza è solo uno dei suoi pregi. La vita, però, non sempre va secondo i nostri piani, ecco perché la sua si scontra e si interseca con quella di una ragazzina hippie che vive viaggiando su un furgone. Iris Richardson è una van blogger. Scrive i suoi pensieri viaggiando sopra D’Artagnan, la sua casa su ruote, sì, ma anche e soprattutto il suo più fedele compagno d’avventura. Denver, da bravo giornalista curioso, però, non vuole far altro che scoprire ogni suo segreto. Due mondi diversi. Due orbite lontane che non si sarebbero dovute mai incrociare. Tra botta e risposta. Tra attimi di pace e battute piccate, Iris e Denver proveranno a sopportarsi in un viaggio on the road per i Paesi del Sud degli Stati Uniti D’America. All’amore si sa, piace mescolare le carte, e la linea sottile con l’odio spesso viene camuffata da una profonda e intensa attrazione. Estratto: “Cammina all’indietro come una bambina dispettosa. Le sorrido di rimando perché fare ciò che vorrei fare in questo momento non sarebbe opportuno. Però si blocca, legge nei miei occhi quello che non avrebbe dovuto vedere. Il mio desiderio per lei.

Così profondo, dirompente che mi fa vibrare il cuore nel petto. Con quante donne a New York provo questa sensazione? Il sorriso le si spegne. Io non rallento. Non lo faccio mai. Come un treno merci le sono addosso e lei non si scosta. Il dubbio, la paura, attraversano il suo viso per un momento. Tende le labbra in una linea dura. Poi la curiosità vince e quasi spinge il suo piccolo corpo contro il mio. Non ci tocchiamo, ma solo un rivolo d’aria riesce a passare tra di noi. «Mi hai promesso un segreto» bisbiglio aspro per il modo in cui riesce a farmi sentire. Agitato. Voglioso. Eccitato. Si irrigidisce e fa un passo indietro. Non sono pronto a vederla arretrare, perciò io ne faccio uno avanti. La inseguo fino a quando la sua schiena è contro il lato guidatore del van. Le mie mani arrivano ai lati della sua testa, il metallo freddo sotto i palmi mi ricorda di quanto lei sia calda e vicina. Deglutisce e il cuore le pompa in gola. I nostri nasi si sfiorano non appena abbasso la testa contro la sua. Lei è ferma, impassibile. Non riesco più a leggerle il viso perché sono completamente rapito dal furore che mi inonda. Dovrei fare un passo indietro. Lasciarla respirare. Riuscire a farle dimenticare questi attimi tra di noi in cui ci ritroviamo sempre più spesso. Sono io l’adulto, spetta a me. Hai bisogno di un po’ d’avventura. La sua cazzo di voce mi attraversa la testa. Mi prometto che se mai l’avrò nuda sotto di me, alla mia mercè, riuscirò a farglielo ripetere prima di metterle il cazzo fino in fondo alla gola. «Soffia.» Il mio tono è duro, la voce roca. Un bagliore le accende lo sguardo. Mi guarda attenta. In attesa. «Soffia sulle mie cazzo di labbra» le intimo ancora. La consapevolezza che io sappia e che ricordi quella mattina nel suo van la fa fremere. Continua a stupirmi però, perché sempre fissandomi soffia sulle mie labbra. L’odore della bevanda zuccherata che ha appena finito di bere mi invade le narici. Chiudo gli occhi e mi appoggio a lei. Dannata ragazzina. Le rubo l’aria quando le mie labbra toccano le sue. Non riesco a essere gentile. Le invado la bocca e lei si aggrappa con le piccole mani a me. Non si arrende, duella con me. Ci scontriamo ma continuiamo. Non rallento. Non le do il permesso nemmeno di prendere aria. È mia. Tutto ciò che prova in questo momento è per me. Lo merito. Devo assorbirlo tutto. Farlo mio. Mi morde il labbro inferiore. Piccola tentatrice.”

“Passion – L’inganno” di SHANE MORRIGAN

TITOLO:  “Passion – L’inganno”

AUTRICE: SHANE MORRIGAN


SINOSSI:

Cori non vuole relazioni che la distraggano, per questo preferisce il sesso occasionale, libero e disinibito. Nella sua vita tutto ha un equilibrio: il lavoro, il piacere e l’amicizia, ma quando il suo migliore amico Scott le propone un ménage a tre, spiacevoli ricordi riaffiorano alla sua mente. Cori si trova presto coinvolta in un gioco erotico e perverso che la porterà ad abbattere i suoi limiti e a riscoprire sé stessa, ignorando che qualcuno nell’oscurità l’abbia sempre manovrata.

SCHEDA LIBRO:

Euro 7,50 Cartaceo,

Euro 0,99 Ebook,

Gratis Kindle Unlimited

Wilma Montesi di Chiara Ricci (Golem Edizioni)

Trama:
11 aprile 1953. Sono trascorsi quasi settant’anni dalla morte di
Wilma Montesi, la ragazza romana di appena ventuno anni
trovata cadavere sulla spiaggia di Torvaianica. Suicidio,
omicidio o disgrazia? Ancora oggi è un mistero. Una lunga
inchiesta, un processo, centinaia di testimoni, dichiarazioni,
interrogatori eppure nessun colpevole. Gli inquirenti arrivano a
questa soluzione: morte per pediluvio. Ma cosa si nasconde
dietro la morte di questa ragazza con il sogno del cinema?
Come è morta Wilma Montesi? Il libro non ha l’ambizione di
trovare il colpevole e la soluzione di un caso così complesso e
controverso ma quello di porre nuove domande e di
raccontare il caso Montesi da un diverso punto di vista.
Costruito come fosse un’opera teatrale, mediante la
consultazione e l’analisi degli atti processuali, della fase
istruttoria, della stampa dell’epoca e con i paragrafi che
richiamano il mondo del cinema, il testo desidera raccontare la
storia di una ragazza ancor oggi senza giustizia. Morta per un
pediluvio. È questo il racconto di una storia sbagliata del nostro
Novecento. È la storia di Wilma Montesi.


Wilma Montesi
di Chiara Ricci


Autrice:
Chiara Ricci nasce a Roma nel 1984. Nel 2008 si laurea in Dams (Discipline delle Arti, Musica e Spettacolo)
con una tesi dal titolo Il Teatro davanti alla Macchina da presa – Elementi di teatro nel cinema di Anna
Magnani. Nel 2010 consegue la Laurea Magistrale con lode in “Cinema, Televisione and Produzione
Multimediale” con una tesi dedicata ad Elvira Notari, la prima regista donna del cinema italiano, la cui
riduzione è stata pubblicata negli Stati Uniti. Ha curato i saggi monografici dedicati ad Anna Magnani (con il
quale vince il Premio Internazionale Giuseppe Sciacca nella sezione “Saggistica”), Alberto Lionello, Valeria
Moriconi, Monica Vitti, Elvira Notari, Lilla Brignone e Ugo Tognazzi. Nell’aprile 2017 l’Università degli Studi
Roma Tre le conferisce la nomina di “Cultore della materia di Storia del Cinema e di Filmologia”.


Curiosità:
Sono riportati testi di documenti inediti relativi al “processo Montesi” che ho avuto la fortuna di poter
studiare e toccare con mano grazie alle autorizzazioni del Tribunale di Roma, dell’Archivio di Stato e
dell’Archivio Centrale dello Stato. A questi documenti inediti si aggiungono articoli di riviste originali
dell’epoca che ho la gioia di conservare nel mio archivio personale.

ROMANTICO SCANDALO di Pamela Boiocchi & Michela Piazza

TITOLO: ROMANTICO SCANDALO

AUTRICI: Pamela Boiocchi & Michela Piazza

GENERE: romance storico Vittoriano

DATA DI USCITA: 26 GENNAIO 2023

PREZZO: 0,99 € offerta lancio; poi 1,99 €

TRAMA:

Adattarsi a vivere nella brughiera, senza un soldo?Miss Olivia Sharp non ne ha la minima intenzione.

Era la debuttante più ammirata della Stagione londinese, le serve solo un piano per superare la bancarotta paterna e tornare a dedicarsi a balli e corteggiamenti.

Peccato che Adam Drake sembri deciso a rovinare le sue trame.
È un gentiluomo che non si comporta affatto come tale: sa essere irritante, egocentrico, seducente.

Tra baci rubati e vendette, lo scandalo e un matrimonio riparatore finiranno con lo scuotere le certezze di entrambi.

Ma un legame nato per dispetto potrà essere più forte del passato?
L’odio e l’attrazione sapranno trasformarsi in vero amore?

Tra le misteriose foreste del Dartmoor, piene di oscure leggende e di fascino, e le meravigliose scogliere della Cornovaglia, una storia di seconde opportunità in cui persino uno scandalo può diventare romantico.

– Romance storico vittoriano AUTOCONCLUSIVO –

Nb: questa è la nuova edizione, interamente rivista, del nostro romanzo rosa “Scandalo nella brughiera”

HATE TO LOVE
FORCED MARRIAGE
EPOCA VITTORIANA
CORNOVAGLIA
SECOND CHANCE

BIO AUTRICI:
Pamela e Michela sono autrici di oltre venticinque libri scritti a quattro mani.
Pubblicano i loro historical romance con Mondadori e hanno collaborato con Rizzoli e diverse altre CE.
Michela è laureata in Storia e ha lavorato per diversi anni come bibliotecaria.
Pamela è un’esperta di lingue e letterature straniere.
Sono appassionate lettrici di romance storici sin da ragazzine e hanno già ambientato in Epoca Vittoriana “Miss Demonio” e “La maledizione del deserto” (I Romanzi passione Mondadori).
Hanno un’agenzia di servizi editoriali e lavorano come editor e writing coach.
Nonostante vivano a quattromila chilometri, restano legate da una pazza amicizia e dal potere dei sogni.

CODEX INNSMOUTH — CODENAME NØKKEN di Uberto Ceretoli (Dalrai Edizioni)

CODEX INNSMOUTH — CODENAME NØKKEN
Uberto Ceretoli

Genere: Steampunk
Cartaceo: 19,90 €
eBook: 5,99 €
Disponibile in libreria e in tutti gli store online!

CODEX INNSMOUTH

Bisonte Seduto, Buffalo Bill, Annie Oakley, Whipple Van Buren Phillips: quattro individui straordinari che il Bureau Of Investigation invia a Innsmouth, Massachusetts, per far luce sulla sparizione di due agenti del governo. Quando lo scoveranno, il Male che ha incancrenito il villaggio e i suoi abitanti terrà testa alla potenza del vapore, alla forza dell’acciaio e alla magia dei nativi.

CODENAMNE NØKKEN

Sir Mark Gwyn Ingwell sta riportando alla luce l’antico abitato di Vinland, a Terranova. Ciò che preme all’anziano archeologo non è dimostrare che i vichinghi colonizzarono le Americhe prima di Colombo, quanto trovare chi li ha cacciati: Nøkken, lo spirito dei fiumi, un’antica e maledetta creatura che soltanto i nativi riuscirono a sconfiggere, secoli prima degli islandesi.

Uberto Ceretoli è laureato in Scienze Politiche all’Università Cattolica di Milano e vive e lavora a Parma in un’azienda informatica. È nato il 17 giugno del 1975 e fin dai primi anni delle superiori si è dedicato alla scrittura; appassionato di arte della guerra e di storia medioevale è autore di diversi racconti e romanzi a tema fantastico. Il suo primo scritto ufficiale è un articolo di ingegneria costituzionale pubblicato il 15 luglio 1998 sul quotidiano “La Gazzetta di Parma” e dal titolo Una nuova classe politica non un nuovo sistema elettorale.

Una vita senza rimpianti di Umberto Maccioni e Claudia Zangarini (Golem Edizioni)

Trama:
Un bambino che non ama lo studio e si ritrova a dover
sopravvivere all’orrore della Seconda Guerra Mondiale. Un
giovane ragazzo che parte dalla sua terra per arruolarsi in
Finanza. Un uomo che per amore lascia il certo per l’incerto e
diventa un pezzo grosso della Singer. Un manager della Ferrero
che molla tutto per entrare in Fideuram. Un uomo in pensione
che ama la poesia e diventa Youtuber ma che vorrebbe anche
scrivere la storia della sua vita. Cosa hanno queste persone in
comune? O forse sarebbe meglio chiedersi, possono tutte
queste vite entrare in una sola? In quella di Umberto Maccionisì.


Autori:


Umberto Maccioni è nato il 29 gennaio 1930 e ha origini sarde
di cui è orgoglioso. Dopo la Seconda Guerra Mondiale è entrato
nella Guardia di Finanza, seguendo le orme del padre. Ha poi
lasciato il Corpo per seguire i suoi sogni: è diventato prima vice
direttore Singer, poi capo filiale Ferrero, per concludere la sua
carriera in Fideuram, diventando pioniere di un “mercato che
non c’era”. Vive a Torino, dove ha conosciuto la moglie Clara
con cui vive da 66 anni. Ha due figli e cinque nipoti. Lo potete
trovare sul suo canale YouTube, “Spigolando con Umberto”,
dove legge e commenta racconti e poesie.


Claudia Zangarini è nata a Torino nel 1982. Dopo un laurea in cinema e un master in Teatro Sociale e di
comunità ha cominciato a lavorare nella comunicazione e organizzazione di eventi. Diventata giornalista e
grazie a un percorso di alta formazione alla Holden, ha preso la decisione di lavorare come storyteller, ghost
writer e content creator mettendo a disposizione quello che ha imparato per aiutare gli altri a raccontarsi al
meglio, nel lavoro e nella vita. Ama scrivere a penna su fogli di carta, le serie tv, lo yoga e viaggiare. La potete
trovare su http://www.claudiazangarini.com.

Pensieri d’amore di Lady M.

TRAMA
“L’amore è guardare le ferite altrui e avere la certezza di poterle curare…”
Un prontuario di aforismi da usare per San Valentino, ricorrenze, anniversari o semplicemente per esprimere come farebbe un poeta i propri sentimenti. ❤️
Una raccolta di 50 pensieri d’amore, frasi e dediche che sfogliano l’anima e mostrano le sfaccettature di tale sentimento. Piccole frecce che passano dagli occhi per arrivare al cuore, esperienze vissute, emozioni che ognuno di noi ha provato e che riecheggeranno in eterno.
L’amore vero, l’amore da fiaba, l’amore idealizzato, l’amore viscerale, l’amore passionale… semplicemente l’amore…
scheda
Uscita 25 gennaio

genere: poesia
Editore: self

Pagine 112

Cartaceo: 5,99€
Kindle: 1,99€
Disponibile su Kindle Unlimited

Un movente per morire di Michela Gecele (Golem Ombre)

Trama:
Vincenzo Allasia appena arrivato da Torino viene trovato ucciso
in una via di Catania. Il primo a recarsi sul posto è il
commissario Raciti, che si trova davanti aut morto e aut
rompicapo a prima vista insolubile. Per capire, il commissario va
a Torino, dove, grazie all’aiuto di un collega, comincia a
ricostruire la vita della vittima, a conoscere Vincenzo e a
percepire che quella morte ha qualcosa di stonato.
A Torino, Raciti ritrova anche persone e luoghi noti, lui che è un
abitudinario e ama la ripetitività, la logica, il controllo. Ma ben
presto il commissario si trova coinvolto in una storia che oscilla
fra realtà virtuale e fattuale, e solo le sue mosse, studiate,
azzardate o recitate, a volte al limite della legalità, gli
consentiranno di sciogliere il bandolo della matassa e chiarire
l’esatta sequenza degli avvenimenti.


Autrice:
Michela Gecele è psichiatra e psicoterapeuta della Gestalt,
trainer e supervisore internazionale e ha lavorato per anni nei
servizi pubblici di salute mentale. È co-direttrice dell’Istituto di
Psicopatologia e Psicoterapia della Gestalt (IPsiG) di Torino, che
comprende fra le sue attività una scuola di psicoterapia
riconosciuta dal MIUR. Ha pubblicato articoli e libri in diverse
lingue, sulla psicopatologia e sugli incroci fra culture, società e
discipline diverse.
Un movente per morire
di Michele Gecele
Nell’ambito della saggistica, gli ultimi titoli sono Siamo tutti narcisi? Alla ricerca della relazione perduta
(Tangram Edizioni Scientifiche – tradotto in inglese e pubblicato da L’Exprimerie) e Gli sfondi dell’alterità
(Fioriti Editore). È autrice di una serie di libri gialli (Ada torte e delitti), pubblicati da Edizioni Forme Libere
nella collana Passi nel buio, che vedono come protagonista Ada Hartmann, una sociologa berlinese residente
a Catania, appassionata di ogni tipo di ricerca o indagine.


Curiosità:
Il commissario Aldo Raciti, personaggio principale di Un movente per morire, era già comparso accanto ad
Ada Hartmann in due episodi della serie Ada torte e delitti: Le strade del gioco e Sant’Agata atto settimo.

SuperGatta – Il tagliaerba impazzito di Guido Sgardoli (Lapis Edizioni)

Chi crederebbe che una gatta fifona, sovrappeso e dormigliona possa trasformarsi in una… SuperGatta?
È estate: un tagliaerba impazzito crea confusione e scompiglio in tutta la Via Rosmarino.
E se ci mette pure Peppo… Supergatta, pensaci tu!

Età di lettura: 5anni

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del libro: “SuperGatta – Il tagliaerba impazzito” di Guido Sgardoli. Una storia molto carina e divertente.

Chi crederebbe che una gatta fifona, sovrappeso e dormigliona possa trasformarsi in una… SuperGatta?
È estate: un tagliaerba impazzito crea confusione e scompiglio in tutta la Via Rosmarino. Riuscirà SuperGatta a salvare l’isolato?

Il libro è scorrevole, divertente e simpatico. Riesce a conquistare il piccolo lettore con le sue illustrazioni colorate e ben definite. Una storia allegra che consiglio!

PUNTEGGIO 4/5

GUIDO SGARDOLI 

Immagine presa QUI

È uno scrittore che per molti anni ha fatto il veterinario. Un giorno, osservando le sue due gatte, una goffa e l’altra furbetta, ha pensato: e se Cipollina fosse in realtà una Supereroina? Così è nata Supergatta! 

www.guidosgardoli.it

Dettagli prodotto
Editore ‏ : ‎ Lapis; Illustrated edizione (21 giugno 2018)
Lingua ‏ : ‎ Italiano
Copertina rigida ‏ : ‎ 32 pagine
ISBN-10 ‏ : ‎ 8878746193
ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8878746190
Peso articolo ‏ : ‎ 212 g
Dimensioni ‏ : ‎ 16.5 x 0.8 x 20.5 cm
Posizione nella classifica Bestseller di Amazon: n. 131,301 in Libri (Visualizza i Top 100 nella categoria Libri)n. 1,355 in Narrativa per bambini sugli animali

Wolf’s Kiss (Il bacio del lupo) di Veronica Deanike

TITOLO: Wolf’s Kiss (Il bacio del lupo)

AUTRICE: Veronica Deanike

AMBIENTAZIONE: La vicenda si dipana tra varie ambientazioni scozzesi, Londra e New York.

PROTAGONISTI: Wolfe & Rose.

SERIE: The Blackwood Castle series (vol. 1)

GENERE: Contemporary Romance, Retelling (rivisitazione in chiave moderna) di Cappuccetto Rosso.

TROPE DI RIFERIMENTO: Age-Gap, Social-Gap, Forbidden, Royal, Billionaire. 

DATA DI PUBBLICAZIONE: 20/01/2023 (disponibile su Amazon e Kindle Unlimited)

EDIZIONE: Self Publishing

FORMATO: e-Book e cartaceo (copertina rigida e flessibile)

PAGINE: 330

COSTO e-Book: 2,99 €

COSTO CARTACEO: da definire

Trama Wolf’s Kiss

Wolf Lennox, conte di Blackwood e potente magnate della Lennox Industry, è uno scozzese dall’animo arido. Cinico e arrogante, si divide tra Edimburgo, Londra e New York, gestendo la vita privata come gli affari. Solo due cose per lui sono più importanti del titolo e del potere: la famiglia e il castello di Blackwood, la sua casa. Rose McGregor è una giovane donna al servizio dei Lennox. Rimasta presto orfana, vive grazie alla generosità della nobile famiglia, che le ha dato un lavoro e un tetto sulla testa. Diciannovenne pura e ingenua, fin da bambina custodisce un segreto. L’amore per un uomo di quattordici anni più vecchio, fratello maggiore della sua migliore amica e primogenito del duca di Highfield: Wolf Lennox. Tanto irraggiungibile che ignora persino il suo nome. Ma quando, finalmente, la nota, ha inizio la caccia. Lui la desidera. Ha fame di lei. Nel bosco di Blackwood e fra i sentieri pericolosi in cui è condotta, Rose scoprirà che l’amore non è un sogno puro, limpido, casto. Piuttosto, somiglia agli occhi neri di un uomo che, di lei, non ha esitato a divorare anche l’anima.

Ti Amo e Lode di Micol Agio

Autore: Micol Agio (IG: @micol.agio)
Titolo: Ti amo e lode
Tipologia: romanzo (primo di tre, tutti in uscita entro il 2023)
Edito: Amazon Self Publishing, e in esclusiva Kindle Unlimited
Genere: college romance, diversity romance, convivenza forzata
Cover e impaginazione: Ester Kokunja (@ekgraphicfactory)
Editing: Katiuscia Salvini (@katiuscia.salvini)
Lunghezza: 105 mila parole circa


Trama:
L’università è appena cominciata e la Domus Magna ha aperto le porte a sei (s)fortunati
studenti.
Loris, il fuori corso.
Jennifer, la modaiola in Erasmus.
Camilla, la studentessa lavoratrice.
Riccardo, il dittatore vegano.
E infine, loro: Elia, il filosofo, e Allegra, la Sorda.
Elia è all’università per puro caso e non sa ancora se il suo obiettivo sia passare la sessione
o trovare l’altra metà della mela.
Allegra, invece, ha solo un sogno: laurearsi con il massimo dei voti per dimostrare che la sua
sordità la porterà lontano.
Ma la strada verso la lode è costellata di esami e Allegra ed Elia scopriranno che ci sono
sfide per cui non ci si prepara nelle aule universitarie. L’amore, ad esempio.


Data di uscita: 24 gennaio 2023
Cover reveal: 12/01/23
Prezzo ebook: 0,99
Prezzo cartaceo: da decidere

Pista cifrata di Sarah Bowyer (Golem Edizioni)

Trama:
E come poteva venir fuori l’autobiografia di un’artista
poliedrica, se non come un’intrigante amalgama che unisce a
una prosa ironica, intense riflessioni sui rapporti umani e arte
visiva; il tutto inframmezzato da 12 “indizi” – meditazioni sciolte
dell’artista che tentano di creare un legame quasi telepatico con
il lettore. Come nell’arte di Sarah, lo spazio e il tempo nel libro
diventano frammenti multidimensionali da esplorare. Dal
simbiotico legame gemellare, a un’infanzia selvaggia tra l’Asia e
la Val D’Aosta, passando per lutti, psichedelici, incontri bizzarri
e la ricerca di un’elevazione spirituale; solo smettendo di
ricercare una direzione ci si può perdere e ritrovare nella pista
cifrata.
“Un romanzo di strada e di vita, ma anche d’introspezione e
d’arte, che Sarah è capace di convogliare in un flusso narrativo
dalla sincerità estrema, capace di spiazzare anche i lettori più
smaliziati.” -Bruno Panebarco
Pista cifrata
di Sarah Bowyer


Autrice:
Sarah Bowyer, artista eclettica, è nata in Gran Bretagna e ha vissuto in Iran, Malaysia, Singapore, Indonesia e
India oltre che in Italia. È da queste sue multi-sfaccettature culturali ed esperienziali che si è originata
un’arte multi-visione, con caratteristiche iconografiche che originano da conoscenze culturali storiche e
geografiche ampie. Diplomata all’Accademia di belle arti di Torino con 110 e lode; Sarah Bowyer ha insegnato
arte in Indonesia, India e in Italia all’Accademia di belle arti di Torino. Ha insegnato nei corsi universitari di
arteterapia di Arcote, oltre che nei laboratori d’arte della Onlus Fermata d’Autobus. La pittrice ha esposto in
tutta Italia in gallerie d’arte contemporanea e musei; e all’estero in Sud America, Stati Uniti, India, Paesi
dell’est Europa, Svezia, Francia e Polonia. L’artista vanta realizzazioni digitali live o animate per musica jazz e
d’avanguardia e, nel 2019 , ha vinto il concorso Creativity Saves, premiato al Parlamento europeo di
Bruxelles.


Curiosità:
E’ un libro che ho scritto nonostante avessi sempre scelto di comunicare con il visivo, e difendevo un motto:
‘in principio era la visione’; contrapposto a ‘in principio era il verbo’ …infatti è stato rivelatorio, come
scoprire una nuova potente dimensione.

Diario di una stalker mancata di Francesca Innocenzi (Edizione Progetto Cultura)

Questo non è un racconto autobiografico. È il diario di un’ossessione amorosa, la storia di una donna che ricorre alla scrittura come antidoto per cicatrizzare una ferita. È stata respinta, accusata di stalking; vuole discolparsi. È possibile che menta, che la sua versione dei fatti sia una sequela di distorsioni e menzogne. È plausibile che si sia inventata ogni cosa, che il suo fantomatico uomo senza nome sia solo una proiezione della mente. L’autrice ha deciso di provare ad inscenare il suo dramma, ingannevole e vero come la vita. E si è messa in ascolto.

Lezioni di lusso e immor(t)alità di Massimo Tallone (Golem Editore)

Trama:
Lezioni di lusso e di immor(t)alità è il manuale che mancava, nel
panorama dei saggi di prima necessità.
Massimo Tallone insegna ad accedere al lusso senza passare
per le Ferrari o per i rubinetti d’oro, ma cercando la libertà
‘esagerata’ che si ottiene divertendosi con l’incoerenza o
godendo dell’inutile, scoprendo il valore della solitudine o
imparando a ignorare il giudizio altrui, aprendosi
all’immaginazione o staccandosi da ciò che annoia.
Un saggio veloce, fatto di frammenti che si trasformano, pagina
dopo pagina, in istruzioni per l’uso della felicità. Storie da
leggere tutte insieme, d’un fiato, o poco per volta, una per una.


Autore:
Massimo Tallone è uno scrittore e saggista torinese. Con Golem
Edizioni ha pubblicato “A bottega dal maestro di cazzeggio”
(2015), “Le vite anteriori” (2016) e “Parole, non fatti” (2020). Ha
pubblicato inoltre con UTET, Fratelli Frilli Editori, Edizioni e/o,
Edizioni del Capricorno, Buendia Books. Dal 2011 collabora con
il quotidiano La Repubblica, per il quale scrive articoli e
racconti seriali. È socio fondatore di Torinoir e direttore
artistico della scuola di comunicazione e scrittura Facciamo La
Lingua.

Curiosità:
Si tratta di un titolo provocatorio. Il primo termine, ‘lezioni’, suona scherzosamente didattico, ma il
complemento che segue è paradossale: da un lato c’è il lusso, come fosse una materia di scuola, e dall’altro
l’immortalità (scatto ambizioso e quindi provocatorio, con cui si allude all’idea di completezza di sé), con
quella ‘t’ tra parentesi che scassa la parola piegandola a una più cruda ‘immoralità’.
Il libro affronta il tema del lusso cercando di offrire di questa parola una versione meno prevedibile, nella
quale trovi spazio un aumento della propria libertà, su vasta scala.


Ufficio stampa Golem Edizioni
ufficio.stampa@golemedizioni.net
Piazza De Amicis, 80/D, 10126 Torino TO

Il Fantasma del Metro di Geronimo Stilton (Piemme)

C’erano dodici ganci… Uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette, otto, nove, dieci, undici…

La vettura del metrò era vicinissima… … dodici! Con uno strattone Trappola sfilò la zampa dallo stivaletto, balzò sulla banchina e io con lui. Giusto in tempo! Eravamo salvi.

Pagina 73-74

“Che succede nel metrò di Topazia? Che misteri nasconde il gatto gigante che vaga nelle gallerie sotterranee, terrorizzando i roditori? Brrr, forse è un fantasma…” (Geronimo Stilton) Età di lettura: da 6 anni.

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del libro: “Il Fantasma del Metro” di Geronimo Stilton. Uno stratopico racconto del topo più famoso del mondo!

Nel metrò di Topazia c’è un mistero da scoprire: un gatto gigante si aggira nelle gallerie sotterranee. Sarà un fantasma? Solo Geronimo Stilton può scoprire la verità!

Un’altra stupenda storia. Geronimo Stilton è una garanzia, ogni libro è un bestseller per bambini! Divertente, intrigante e appassionante! Non delude mai!

PUNTEGGIO 5/5


Dettagli prodotto

  • Editore ‏ : ‎ Piemme (12 febbraio 2015)
  • Lingua ‏ : ‎ Italiano
  • Copertina flessibile ‏ : ‎ 128 pagine
  • ISBN-10 ‏ : ‎ 885664424X
  • ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8856644241
  • Peso articolo ‏ : ‎ 180 g
  • Dimensioni ‏ : ‎ 14 x 1 x 18 cm

Sotto un cielo carta da zucchero di Emma Scacco (Ode Edizioni)

Titolo: Sotto un cielo carta da zucchero

Autore: Emma Scacco

Editore: O.D.E. Edizioni

Genere: romance, hate to love, slow burn, sport romance

Pov: 1 persona

Prezzo ebook: € 2.99

Prezzo cartaceo: da definire

Data pubblicazione: 18 gennaio

Pagine: 220 circa

Serie: no

Autoconclusivo: sì

Sinossi:

La vita di Rosanna, campionessa di Dressage, si sgretola nel momento in cui incontra l’amante di Goffredo, suo marito e unico amore, con il quale ha condiviso tutto.

Distrutta si lascia convincere a fare una vacanza nella Maremma toscana.

Nella tenuta della famiglia Corsi incontra il saccente e cinico Lapo.

È un professionista nel suo campo e accetta mal volentieri il distacco con cui lei lo tratta. Non si sopportano, ma l’attrazione tra loro è palpabile, nonostante provino a resistersi.

E quando lei perde ogni speranza, sarà proprio lui a tenderle una mano, perché ha cominciato ad amarne la forza, la determinazione e l’intelligenza, condividendo ciò che gli è più caro: Nero, il suo cavallo.

Come potrà Rossana sperare di vincere i campionati in sella a un cavallo maremmano? Come riuscirà a salvarsi dalla terra bruciata che Goffredo sta cercando di farle intorno?

E soprattutto, Lapo riuscirà a farle credere che esiste il vero amore, dopo tutto ciò che ha passato?

Estratto:

La realtà è che la vita, qualunque essa sia, ti risucchia ed è troppo facile concentrarsi sul proprio pezzo di cielo senza pensare al pezzetto che ognuno ha sopra la propria testa

Biografia:

Emma Scacco Emma è lo pseudonimo che uso per scrivere di amore e di cavalli. Nata nella ridente Emilia ho fatto per anni della mia passione per questi splendidi animali, prima uno stile di vita, poi un lavoro. Abbandonata la vita equestre per amore, mi sono trasferita in Toscana.

Mamma, moglie, lavoratrice amo ritagliarmi del tempo libero e creare le mie storie.

Ho pubblicato in self la serie Slidinglove, una trilogia alla quale si sono aggiunte una novella e un successivo romanzo, il romanzo autoconclusivo “Qualcosa è cambiato – una coppia improbabile” e la novella “Come un quadrifoglio in un campo di erba edica” che potete trovare su Amazon e disponibili per Kindle Unlimited.

Questo è il primo libro che pubblico con la ODE edizioni, sperando che sia solo l’inizio

Con gli occhi chiusi di Patrizia Palombi (Edizioni Progetto Cultura)

Con gli occhi chiusi
Racconti al femminile
di Patrizia Palombi
164 pp.
15 euro

Racconti al femminile in cui si
intrecciano l’amore, l’importanza di
fortuite coincidenze,
la forza di lottare per cambiare la
propria vita
e la solidarietà femminile.


Dalla nota dell’autrice
Da bambina, una cosa che mi piaceva molto dell’abitare nel mio quartiere periferico di Roma,
era il rapporto tra i vicini, innaffiare le piante o dar da mangiare al cane a turno, la condivisione
di cene, quella solidarietà tipica di una famiglia allargata dove non solo la parentela ti lega ma
anche la vicinanza. Il motore di questo semplice ma articolato mondo erano le donne, pronte
sempre a darsi da fare e a lanciarsi coraggiosamente in nuove avventure. Al giorno d’oggi i
rapporti sono diversi, noi donne siamo impegnate su più fronti ma abbiamo sempre quella
voglia di esprimerci e di elargire la nostra forza con entusiasmo senza scoraggiarsi.


Biografia
Patrizia Palombi. Nata a Roma il 17 marzo 1969 ha conseguito un Triennio di Laurea in Teologia
presso la Pontificia Università Lateranense di Roma. Ha pubblicato sei libri di narrativa e
poesia, di cui uno è divenuto un cortometraggio. Drammaturga, la sua performance su Dante è
stata scelta e rappresentata al Palazzo Chigi di Soriano nel Cimino. Conduttrice speaker
radiofonica ed organizzatrice di eventi culturali.

 Il Primo Cavaliere – Romance Fantasy di Laura Fiamenghi

TITOLO: Il Primo Cavaliere – Romance Fantasy

AUTRICE: Laura Fiamenghi

DATA: 20 Gennaio 2023

VOLUME: 6

GENERE: Romance Fantasy (ambientazione medievale)

Uscita 20 Gennaio 2022 su Amazon in eBook, Cartaceo e KindleUnlimited

TRAMA

Lui: Adam, il Primo Cavaliere di Offlaga, tanto prode quanto libertino. Il peggior individuo di cui una ragazza possa incapricciarsi.

Lei: Rebecca, una giovane dama di nobili natali dalla condotta ineccepibile. Il suo sogno più grande? Sposarsi con Adam delle Langhe, il suo primo amore. Peccato Adam sia assai poco interessato al matrimonio e odi Rebecca con tutto se stesso.

Tematiche: medieval fantasy, hate to love, incantesimo d’amore

La Divina Commedia di Geronimo Stilton (Piemme)

La porta di Dite, la città dei demoni, si aprì con un gemito spaventoso. Mi sembrò che tutto il mondo tremasse, eppure mi sentivo al sicuro. La sola presenza dell’angelo aveva spazzato via tutte le mie paure e le mie angosce.

Pagina 79

Il viaggio immaginario di Dante Alighieri, tra Inferno, Purgatorio e Paradiso: un racconto che evoca luoghi incredibili, animati da personaggi memorabili.

RECENSIONE

Oggi voglio parlarvi del libro: “La Divina Commedia” di Geronimo Stilton. Il viaggio straordinario di Dante Alighieri adattato per i bambini.

Il viaggio immaginario di Dante Alighieri, tra Inferno, Purgatorio e Paradiso: un racconto che evoca luoghi incredibili, animati da personaggi memorabili.

Una storia straordinaria, semplice e scorrevole, ideale per i bambini dai 7 anni in su. Il libro è scritto con caratteri speciali e soprattutto ha delle bellissime illustrazioni. Un classico in chiave moderna, adattato per i più piccoli. Consiglio!

PUNTEGGIO 5/5


Dettagli prodotto

  • Editore ‏ : ‎ Piemme (14 settembre 2021)
  • Lingua ‏ : ‎ Italiano
  • Copertina flessibile ‏ : ‎ 224 pagine
  • ISBN-10 ‏ : ‎ 885667839X
  • ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8856678390
  • Peso articolo ‏ : ‎ 420 g
  • Dimensioni ‏ : ‎ 15.3 x 2.8 x 19.8 cm

Formulario per la presenza di Francesca Innocenzi (Edizioni Progetto Cultura)

Questa piccola raccolta è un formulario per la presenza, perché ogni verso è una pietra miliare in più verso l’esserci, nel mondo e per il mondo. Vuole essere un esercizio per travalicare la narrazione di un io intrappolato nel dolore, attraversare la parola per approdare al luogo dove superarla: «qui/ non chiedere parola/ ma rimani/ in qualunque tempo e forma tu sia».

Questa scelta di versi comprende poesie già incluse nelle mie sillogi scritte e pubblicate prima dei quarant’anni, fino al 2019: Giocosamente il nulla, Cerimonia del commiato, Non chiedere parola. Negli ultimi mesi ho fortemente avvertito l’esigenza di riunire quelle poche liriche che risuonassero tuttora in me, quelle che si potessero, a mio avviso, considerare portatrici di un senso oltre le contingenze che ne avevano determinato la genesi. È nata così l’idea di questo volumetto, il cui titolo, Formulario per la presenza, potrà forse disorientare, data la mancanza di un nesso evidente con i testi, che recano anzi, a più riprese, tracce di assenze, lacune e sparizioni. Queste cadute nei baratri dell’assenza si sono rivelate tappe obbligate di un percorso, esistenziale e poetico, che mi ha a poco a poco avvicinato alla sostanza delle cose – anche attraverso l’essenzialità della forma – nell’esercizio al qui e ora, nel cogliere l’unicità di istanti in sé perfetti, nel perseguire un barlume di integrità nella frammentazione interna che sempre ci abita. Questa piccola raccolta è per me un formulario per la presenza, perché ogni verso è una pietra miliare in più verso l’esserci, in me stessa e per me stessa, nel mondo e per il mondo. Vuole essere un esercizio per travalicare la narrazione di un io intrappolato nel dolore, attraversare la parola per approdare nel luogo dove superarla, annientarla: «qui/ non chiedere parola/ ma rimani/ in qualunque tempo e forma tu sia».

Trattandosi di una scelta antologica operata direttamente dall’autrice, qualcuno potrà considerarla un’iniziativa dai toni autocelebrativi. In realtà il mio intento è un altro. Frenata quella giovanile impazienza che mi spingeva a pubblicare, possibilmente, tutto e subito, ora è giunto il tempo della riflessione e della scrematura, di un punto nave da cui emergano scorie e persistenze di un modo di fare poesia che inevitabilmente si intreccia con le fluttuazioni esistenziali, da un lato, e con i nutrimenti che il mondo offre, dall’altro. Alcuni testi sono stati sottoposti a lievi modifiche, quasi sempre nella costruzione del verso, che merita grande attenzione poiché, dal mio punto di vista, il rapporto tra la parola scritta e il bianco del foglio che la segue o la precede rinvia alla relazione tra il suono e il silenzio. «De la musique avant toute chose» ebbe a dire Verlaine, un’affermazione che mi sento di condividere pienamente.

In definitiva, mi piace leggere Formulario per la presenza come la mia vera opera prima in poesia. Ringrazio chi vorrà accoglierla in quanto tale.

Francesca Innocenzi è nata a Jesi (Ancona). È laureata in lettere classiche e dottore di ricerca in poesia e cultura greca e latina di età tardoantica. Ha pubblicato la raccolta di prose liriche Il viaggio dello scorpione (Il Filo 2005); la raccolta di racconti Un applauso per l’attore (Manni 2007); le sillogi poetiche Giocosamente il nulla (Edizioni Progetto Cultura 2007), Cerimonia del commiato (Edizioni Progetto Cultura 2012), Non chiedere parola (Edizioni Progetto Cultura 2019), Canto del vuoto cavo (Transeuropa 2021); il saggio Il daimon in Giamblico e la demonologia greco-romana (Eum 2011); il romanzo Sole di stagione (Prospettiva 2018). Per Edizioni Progetto Cultura ha diretto collane di poesia e curato alcune pubblicazioni antologiche, tra cui Versi dal silenzio. La poesia dei Rom (2007);

Come cambia lo sguardo di Susanna Trippa (Armando Curcio Editore)

“La mia è una testimonianza: bambina negli anni Cinquanta e ragazza in quel Sessantotto che prima ci sconvolse e poi ci deluse.”

Come cambia lo sguardo – dal significativo sottotitolo Gli inganni del Sessantotto – è un romanzo autobiografico. Le varie fasi di formazione della protagonista – dall’infanzia all’età adulta – si legano strettamente ai forti cambiamenti di sguardo che accompagnarono il periodo dagli anni Cinquanta a quelli “di piombo” nella rossa Bologna. Le vicende sono narrate con la freschezza di una scrittura che fluisce dai “cassettini della memoria”: anni Cinquanta e Sessanta, l’ubriacatura del boom economico, il Sessantotto, i viaggi, l’Oriente e i bui anni “di piombo”, sino ad approdare infine all’età adulta. Le Riflessioni iniziali individuano nel Sessantotto – con il suo desiderio di uccidere il padre – un filo che lo collega a quanto del globalismo più esasperato minaccia la nostra società attuale. Il mondo italiano degli anni Cinquanta e Sessanta fu spazzato via dal Sessantotto. Che errore aver voluto buttare tutto del passato, quanto di buono si sarebbe potuto salvare! E ancora si potrebbe! suggerisce l’autrice.

“Ognuno di noi è unico, ma allo stesso identico a tutti”

Dicono del suo romanzo autobiografico Come cambia lo sguardo (testimonianza di vita dai primi anni ’50 a quelli “di piombo”):

*Pupi Avati regista Racconto autobiografico asciutto e onesto

*Roberto Pazzi scrittore E così una storia diventa cifra e metafora universale

*Alberto Gozzi drammaturgo La semplicità è una faccenda terribilmente complicata ma a te riesce benissimo. Come cambia lo sguardo – Gli inganni del Sessantotto esce con nuove riflessioni e la prefazione del senatore Ignazio La Russa (marzo 2019 Curcio editore).

Susanna Trippa

Nata a Bologna e là laureata in Lettere moderne e Storia dell’Arte. Si trasferisce a Bergamo nel 1977, dove lavora prima come insegnante poi nel settore pubblicitario. Da più di vent’anni vive in Valcavallina, con famiglia ed animali, nella casetta che ha dato nome e immagine al suo primo libro I racconti di CasaLuet (2008) Una fitta rete di racconti, sogni e magia. Il racconto Pane e cinema ha ricevuto il 1° premio AlberoAndronico “Cinecittà – l’occhio del cinema sulla città” (2009). Il romanzo epico/fantasy Il viaggio di una stella (giugno 2015) è il suo penultimo pubblicato. Il romanzo “Come cambia lo sguardo – Gli inganni del Sessantotto” è disponibile in versione cartacea con copertina flessibile, edito da Curcio Editore per la Collana New Minds.

Link per l’acquisto: Amazon: https://amzn.to/3GlAKQc Curcio Store: https://curciostore.com/libreria/come-cambia-lo-sguardo/ Feltrinelli: https://www.lafeltrinelli.it/come-cambia-sguardo-inganni-del-libro-susanna-trippa/e/9788868683184

Principessa Guerriera: La mia lotta per tornare dal buio di Hillary Ruggeri

TITOLO: Principessa Guerriera: La mia lotta per tornare dal buio

AUTRICE: Hillary Ruggeri

GENERE: Autobiografia

LINK: https://amzn.to/3HRhYl3

Quando avevo nove anni, e tutto un futuro davanti, un errore chirurgico ha rischiato di spegnere per sempre la mia vita. Questo libro racconta la mia lotta e quella della mia famiglia per strapparmi dal buio e tornare a vivere.
Ho dovuto combattere per riprendermi tutto quello che avevo perduto, anche i gesti più semplici.
Ho deciso di raccontare il mio percorso perché là fuori, in questo momento, forse qualcuno sta iniziando una dura lotta per riprendersi la vita. E voglio che sappia che vale la pena di combattere, anche quando la vittoria sembra impossibile.

Il silenzio nel mondo Kugiso di Federica Tordella (LFA Publisher)

Il silenzio nel mondo di Kugiso

Il romanzo d’esordio dell’autrice Federica Tordella Kugiso è strana. Così la descrivono gli altri, quelli che su di lei hanno delle aspettative. Ma lei non riesce ad assecondarli. Ha altro da fare: fuggire sulle montagne e lassù cercare “l’oltre”. Durante un’eclissi di sole, mentre tutta la sua famiglia guarda il cielo dal terrazzo, si assenta per pochi minuti. Quando torna, tutta l’Umanità è sparita. Improvvisamente si ritrova sola al mondo. Sconcerto, paura. Sopravvivenza. Inizia per lei una nuova vita in quello che lei stessa definisce il Nuovo Mondo di Kugiso, dominato dalla Natura e da un immenso Silenzio. Intrappolata in questa dimensione, potrà relazionarsi solo con sé stessa… “Kugiso è una meravigliosa protagonista, ottimi anche i vari colpi di scena che si trovano nel mezzo della storia, che rendono le vicende ancora più originali, uniche e avvincenti!”.

Chi è l’autrice Federica Tordella? È nata nel 1972 a Ivrea (TO), dove vive tuttora con marito e figli. Diplomata al Liceo Linguistico e laureata in Economia e Commercio presso l’Università di Torino, lavora attualmente presso un istituto bancario. E’ un’accanita lettrice, amante della corsa e appassionata di montagna, passioni queste che si ritrovano nel romanzo. Fin dagli studi liceali ha sempre avuto la voglia di cimentarsi nella scrittura, ma solo recentemente ha deciso che era giunto il momento di provarci seriamente.” E’ candidata come migliore autrice 2022/23. Il silenzio nel mondo di Kugiso è il suo romanzo d’esordio, edito dalla Casa Editrice LFA Publisher, disponibile in versione cartacea con copertina flessibile. Il libro è stato portato dalla casa editrice alle edizioni 2021 e 2022 del Salone del Libro di Torino e a Roma, al salone della piccola e media editoria 2022. Con esso ha vinto il terzo premio ex aequo al Premio letterario dei Monti Lepini 2022 e il premio come finalista ex aequo al Concorso Nazionale di Narrativa e Poesia Argentario 2022.

Link per l’acquisto: Amazon: https://amzn.to/3Y4drkA

Feltrinelli: https://www.lafeltrinelli.it/silenzio-nel-mondo-di-kugiso-libro-federica-tordella/e/9788833433387

La solitudine

La solitudine

È una triste realtà, la solitudine

attorno a te ci sarà gente

ma sarai reticente

da padrona farà l’inquietudine.

Se sarai ricco, avrai molti finti amici

la solitudine sarà tua accoltellatrice

se sarai felice, avrai pochi veri amici

la solitudine sarà tua accompagnatrice.

È una triste realtà, la solitudine

Dovrai trovare compromessi

Senza cadere negli eccessi

Se non vorrai avere una vita di vicissitudine.

Copyright Nadia Arnice