Bianca di Sara Belancini (Literary Edizioni)

Data di uscita: 23/09

Collana Literary Romance Edizioni KIDS

cartaceo, copertina lucida

€ 8,99

Nel bosco dipinto d’autunno, tra il rosso, l’oro e il bronzo, c’era una foglia bianca come un fiore di cotone. “È diversa! È strana!” pensavano tutti. Ma Bianca non era né l’una né l’altra.

Bianca era… unica!

In un mondo che ci vorrebbe tutti uguali, non nel diritto di essere ed esistere, ma nell’involucro, Bianca, una foglia d’acero unica e speciale, ci insegna a non aver timore di quello che può sembrare diverso o strano.

Come dice il riccio Riposino, siamo tutti sotto lo stesso cielo, tutti unici e per questo speciali, basta solo guardare con più attenzione e cogliere le bellissime sfumature di chi è vicino a noi.

La maschera bianca di Mara Evan (Literary Edizioni)

Data di pubblicazione 31/08/22

ebook kindle € 1,99 offerta lancio

cartaceo pag. 400 € 15,50

Auto conclusivo

Genere Romance Young Adult

Circondata da fitti boschi, si erge Lion Hall, una scuola d’élite dalle regole rigidissime. Emma Reyes, figlia del Governatore della Virginia, si ritrova catapultata in quella realtà fatta di ritmi serrati ed estrema competizione. Lì, inizia a rialzare la testa, a sentirsi viva, e rimane folgorata da Aaron Douglas, il capo del “branco”; così viene chiamato il gruppo degli studenti più in vista, i più promettenti e anche più ricchi. Ma nel branco si sa, ci sono leoni e leonesse di ogni genere e non tutti vogliono intrusi nella loro cerchia.
Mara Evan ci presenta uno Young Adult intrigante, avvincente, con una climax ascendente che tiene il lettore incollato fino all’ultima pagina grazie anche allo stile fluido e al velo di mistero che si posa sull’imponente Lion Hall e i suoi studenti.
L’autrice, Mara Evan. È lo pseudonimo di una scrittrice che vive a Bergamo, ma nel cuore porta sempre il mare della sua amata Sardegna dove è nata e cresciuta. La sua casa è abitata da due bambini curiosi, un marito esigente, una gatta guardiana e un calopsite coccolone. La maschera bianca è il suo secondo romanzo.
BREVE ESTRATTO Il tavolo del branco attira prepotente la mia attenzione. Cerco di non guardare dalla loro parte, tuttavia mi risulta più difficile del previsto. I miei occhi scivolano lì anche nei momenti in cui sono distratta. Ogni tanto sorprendo Aaron a osservarmi. Quando succede abbasso subito lo sguardo. Se, come dice Michael, mi ha davvero puntata, allora non voglio dargli l’impressione di essere il benvenuto. Okay, mi ha aiutato e per questo lo ringrazio, e va bene anche il fatto che forse ci siamo già incontrati fuori dalla scuola. Però la cosa finisce lì.Sebbene appartenga a questo mondo elitario, non sono come loro. Non potrei mai essere amica di Aaron.Dai racconti di Sarah e Michael ho capito che alla Lion Hall non è facile emergere per bontà d’animo, ma piuttosto per quanto uno sappia dimostrarsi più affine alla perfezione. Io non ho tale presunzione. So benissimo di avere parecchi limiti, tuttavia il forte spirito dell’accademia di voler superare questi confini mi motiva a credere che, se voglio, potrei anche farcela.Alzo lo sguardo per contemplare l’esempio che qui tutti osservano con tanto timore e deferenza. Il branco è formato da cinque persone: Rebecca mi ha già dimostrato il suo zelo per le regole, Aaron è un fuoriclasse, Jenna ha un aspetto obiettivamente perfetto, di Bradford conosco poco, dato che mi dà le spalle, ma se è vero ciò che ha detto Michael, la sua superbia lo precede. C’è una terza ragazza seduta vicina a Bradford, di cui vedo solo il profilo grazioso. Ha un caschetto di riccioli biondi, da bambola e, a differenza degli altri al tavolo, rimane minuta, quasi scompare in mezzo a loro.La sesta sedia è vuota. Forse manca qualcuno di cui ancora nessuno mi ha parlato. Chiunque sia deve essere importante perché ha il posto proprio accanto ad Aaron. (…)

La ricompensa del cavaliere di Catherine Kean (Literary Edizioni)

Data di uscita: 5/09
Saga I Cavalieri
eBook Kindle offerta lancio € 1.99
cartaceo pag. 281 € 14,00
Historical Romance
Ogni romanzo è conclusivo e indipendente l’uno dall’altro.

Quando Gisela Anne Balewyne si trova faccia a faccia con il bel Dominic de Terre, teme che i suoi pericolosi segreti l’abbiano seguita. La piccola città di Clovebury sembrava il luogo perfetto per nascondersi dal marito violento, crescere il figlio e guadagnarsi da vivere come sarta risparmiando il necessario per trasferirsi a nord. Invece, rivedere Dominic, il cavaliere che ha amato e poi perso quando lui è partito per le crociate, ridesta l’attrazione e il desiderio. Tuttavia sa che non potranno stare insieme e non solo perché lei è una popolana e lui un nobile, ma perché amarlo significherebbe rischiare troppo, compresa la vita.
Dominic è impegnato in una missione cruciale per Lord Geoffrey de Lanceau: scoprire chi ha rubato il carico di stoffe del suo signore che vale una fortuna. Dominic è stupito di vedere Gisela, l’unica fanciulla che abbia mai amato. Ma lei è cambiata rispetto alla donna passionale e sensuale che conosceva; quindi giura non solo di riuscire nella sua missione, ma di conquistarla una volta per sempre: un obiettivo che mette in pericolo tutti, soprattutto se lei è coinvolta con il furto delle preziose sete.
A poco a poco vengono a galla sconvolgenti segreti su Gisela nonché la verità sul suo bambino.
Dominic potrebbe perdere tutto ciò che gli è caro o meritarsi la più grande ricompensa per un cavaliere?
 
Serie dei Cavalieri:
La vendetta del cavaliere (libro 1)
La ricompensa del cavaliere (libro 2)

Summer Trip in Scotland-2°parte-di Emily Jurius (Literary Romance)

Lui è scozzese.
Lei inglese.
La loro storia parla da sola: non saranno mai amici.
Eppure i loro corpi sembrano dire il contrario.

Fra tradimenti, giochi di potere e vecchi rancori, la passione che anima entrambi si dipana in una saga in quattro volumi, dove l’amore convive con la suspense.
Benvenuti nelle Highlands!

ONLINE

eBook KINDLE € 1,99

Seconda parte della serie:

Summer Trip in Scotland, di Emily Jurius

LA MIA ESTATE CON TE di Emily Jurius (Literary Romance)

Sole, cocktail, relax.

Ecco la check-list di Bri, che ha bisogno di schiarirsi le idee, di tornare a ridere e soprattutto a vivere. E può farlo solo lontano dal tumulto della sua vita parigina e da un lutto difficile da superare.

Sempre che tutto vada come previsto.

Impetuoso, vulcanico, tormentato, Roman è intenzionato a perfezionare la sua abbronzatura, godendosi le belle ragazze e soprattutto… a non impegnarsi troppo. Si ritrova, come ogni estate, nella sontuosa villa della sua migliore amica. Solo che non si aspetta di trovarci colei che gli ha spezzato il cuore, malgrado pensasse di non averne uno.

Erano amici, ma da allora sono cresciuti molto, così come i rispettivi rancori.

Riusciranno a ritrovarsi senza odiarsi?

Imbarcati con loro per un’estate piccante in riva all’oceano.

ESTRATTO

A questo punto, non stiamo parlando di un imprevisto o di un piccolo inconveniente. No, stiamo parlando di un brutto scherzo che la nostra comune amica ci ha appena giocato. Voltarmi. Devo farlo e in fretta. Ho sempre odiato i conflitti e di sicuro la tempesta in cui mi trovo non mi renderà una vincitrice. L’espressione del suo volto riflette la furia che imperversa dentro di lui da quando lo conosco. Roman è sempre stato un ragazzo dall’animo oscuro, impressionante e carismatico… è così da quando avevamo dieci anni. «Roman» sussurro più a me stesso che a lui. Issandosi con le braccia oltre il bordo della piscina, sembra reclamizzare una pubblicità di costumi da bagno. È sublime, del tipo che fa rallentare il tempo e ti lascia senza parole. L’unica differenza è che posso facilmente vedere quanto la mia presenza lo disgusti e, al momento, ho un solo obiettivo: scappare, fuggire, perché non sono in grado di affrontarlo. Non lo ero dieci anni fa, figuriamoci ora che la mia fragilità è aumentata.«Bri, la tua stanza è proprio qui e puoi…» La mia amica si interrompe, vedendo l’avvicinarsi della palla di cannone che nessuna delle due riuscirà a fermare. L’acqua gli scorre via dalla pelle mentre attraversa il giardino e viene dritto verso di noi con i muscoli tesi e gli occhi fiammeggianti. Il mio cuore minaccia di cedere e per un attimo mi chiedo se sta per venirmi un colpo apoplettico. Fortunatamente, il peso della valigia che reggo a malapena col braccio, mi riporta alla realtà e, d’istinto scelgo di darmela a gambe. (…)

Le sette fate madrine di Sara Belancini (Literary Romance)

Si accendono le luci nel sottobosco e i fiori cominciano a danzare.
È nato un bambino e le sette Fate Madrine si danno un gran da fare.
Cosa succederà nell’incantato bosco in cui non si fa che sognare e sperare?

Dall’abile e poliedrica fantasia di Sara Belancini, nasce questa dolcissima favola che ha tanto da insegnare a grandi e piccini.

Data di uscita: 25/07/22

Genere libro illustrato per bambini 

Copertina rigida pag. 75 € 19,00

Sezione Kids

Il falco normanno, di Alexandra J. Forrest (Literary Romance)

Inghilterra, Anno Domini 1066

Il castello di Glennlock è sotto l’assedio normanno ormai da tempo. Senza la presenza del padre a difendere il feudo, la giovane e coraggiosa Airmid Claredon deve farsi forza da sola per non cedere e non soccombere; non può nemmeno fidarsi del mercenario Drexler, rimasto per proteggere la roccaforte insieme ai suoi fidati soldati, ma in realtà animato da un febbrile desiderio di potere e pronto a tutto pur di ottenerlo… anche eliminare Airmid.

La resa alle truppe normanne, capeggiate da Roland de Moyen, sembra essere l’unica salvezza per l’impavida Airmid: meglio aprire le porte agli invasori che piegarsi agli spregevoli desideri di un traditore avido e feroce.

Quello che la fanciulla però non sa è che consegnare Glennlock, significa anche cedere se stessa in sposa al vincitore. Come si può giurare eterna devozione a un nemico? Condividerne il talamo, offrire il proprio corpo, farsi possedere…

Ancora una volta Alexandra J. Forrest dona al lettore un perfetto Romance Storico, ricco di dettagli, di pathos, di carnalità, in uno scenario sfregiato dalla guerra e dalla privazione, ambientato in un’epoca nella quale il confine tra sacro e profano è labile, purezza e sensualità si mescolano rendendo il medioevo una delle età più fosche e affascinanti della Storia.

Data di uscita: 26/07/22

Genere storico romantico

Auto conclusivo

eBook KINDLE € 1,99 lancio

cartaceo pag. 365 € 14,00

Album da colorare (Literary Romance – Kids)

«Beeee!»«Roarrr!»«Squit, squit!»Ma cos’è tutto questo fracasso? Ah, sono i versi degli animali e tu li sai tutti, vero? Sai anche che i coniglietti sono azzurri? Dici di no?! Che strano, io sapevo fossero azzurri, mentre i leoni sono a pois, i gabbiani a righe rosse e blu, e i cani… be’, lo sanno tutti che i cani sono viola.Dai, sto scherzando! O forse no… Facciamo così, prendiamo matite e pennarelli e divertiamoci a colorare tutti gli animali dell’album; ce ne sono tantissimi, di terra, di cielo e di acqua. Tu quali preferisci?

Qual è il tuo frutto preferito? E quello che proprio non ti piace? I broccoli li mangi? NO, non dirmi che non sopporti la verdura! Be’ devi sapere che in queste pagine troverai pomodori musicisti, carote che volano con il mantello, limoni che fanno surf, peperoni innamorati e banane astronaute… e sarai proprio tu, con i colori che più ami, a dar vita ai disegni di questo album.

Potrai anche divertirti con tanti quiz, parole crociate e giochi!

Sono certa che alla fine frutta e verdura diventeranno i tuoi nuovi simpatici amici e, se dopo aver colorato e giocato, i broccoli proprio non ti andranno ancora giù, scrivilo in fondo all’album!

INDOMITA HESTER di Lilly Adam (Literary Romance)

Toby Blake è un abile artista della truffa e un bugiardo convincente. Il suo desiderio di arricchirsi a qualsiasi prezzo e ambire a una buona posizione sociale ha un effetto devastante sui suoi familiari e su chiunque abbia avuto la sfortuna di incrociarlo per strada. La sua determinazione a emanciparsi e a fare di Helen Whipple sua moglie è solo l’inizio di un’esistenza fatta di inganni che lascia dietro di sé una serie di bugie. Con la morte di Helen, la figlia Hester resta in balia del rigido e spietato patrigno; Hester però è determinata a onorare il desiderio di sua madre nonché la promessa che le aveva fatto: proteggere la sorellastra dai modi malvagi di Blake. Questo però significa trascorrere la giovinezza come un uccello in gabbia, alla disperata ricerca di un modo per fuggire e per tenere al sicuro la sorellina. Costretta a lasciare improvvisamente Londra per Oxford, nel 1873, Hester perde ogni contatto con Harvey Gladstone, l’amico d’infanzia di cui è innamorata, e poiché il patrigno resta intrappolato nella sua rete di bugie, è pronto a prendere misure estreme, indipendentemente dalle conseguenze. Fino a che punto sarà disposto a spingersi Blake? Ed Hester ritroverà mai la libertà e il suo grande amore?

Data di pubblicazione 6/7/22

Genere romance vittoriano

cartaceo pag. 255 € 14,00

eBook Kindle € 1,99 offerta lancio

Auto conclusivo

ESTRATTO

La famiglia Blake viveva in una casetta a schiera in Bath Street, una piccola strada a St. Clements, a Oxford, dove la fila di porte d’ingresso si apriva direttamente su uno striminzito sentiero d’acciottolato. Il minuscolo salotto era di dominio indiscusso del patrigno, Toby Blake, una stanza colma di tutti gli oggetti su cui l’uomo aveva messo le mani, legalmente o illegalmente, cosa che per lui non faceva differenza. Con la pesante tenda di ciniglia sempre tirata, la stanza era nell’oscurità. In questo modo i vicini credevano che Mr Blake non avesse superato la triste perdita della moglie e che fosse ancora in lutto. Scusa, quella, sufficiente per scoraggiare qualsiasi visitatore, e conferire ai Blake la reputazione di famiglia piuttosto bizzarra. L’uomo si considerava un commerciante di varie materie prime e quasi tutti i suoi affari si svolgevano nelle ore serali, quando la maggior parte degli abitanti di Oxford dormiva. Sopportava la figliastra in casa solo per cucinare, pulire e prendersi cura di Lizzie, che veniva trattata bene nella stessa misura in cui Hester veniva trattata male. L’angusta stanza sul retro, insieme alla minuscola cucina, era il luogo dove le due sorelle passavano la maggior parte del tempo, e dove Hester conservava alcuni dei ricordi più belli di sua madre, nel breve periodo in cui erano stati una vera famiglia. La scala ripida e stretta saliva dal centro della cassetta e conduceva alle due camere da letto che avevano le stesse dimensioni delle stanze del piano di sotto, una delle quali condivisa dalle ragazze.

«Hester! Hester, vieni presto, il vecchio Barpole è qui!» gridò Lizzie dal corridoio.

Facendo quasi cadere il bucato, si precipitò al fianco della sorellina in tempo per sentire l’inquietante voce burbera di Magnus Barpole che informava dalla strada quanto fossero in ritardo con l’affitto. «Va’ sul retro, Lizzie; me ne occupo io.» Quindi, prima di aprire la porta d’ingresso, si sistemò rapidamente un ricciolo scuro dietro l’orecchio, cercando di sembrare più determinata e sicura di quanto la sua esile figura rappresentasse.

«Buongiorno Mr Barpole, mi dispiace, mio padre è già uscito per andare al lavoro dimenticando di lasciare i soldi dell’affitto di questa settimana, ma glielo ricorderò appena torna.» Senza aspettare la risposta dell’esattore dalla faccia acida, Hester chiuse la porta, ma non fu abbastanza rapida perché l’uomo infilò lo stivale nero sulla soglia. La fissò, livido, gli occhi freddi e penetranti si fissarono su di lei mentre lanciava un severo avvertimento.

«Mi dovete due settimane d’affitto e, se non pagate entro domani pomeriggio, manderò a chiamare gli ufficiali giudiziari.»

«Va bene, Mr Barpole, avrete il vostro denaro, ve lo prometto, ora permettetemi gentilmente di chiudere la porta.» Togliendo il piede con riluttanza, Magnus proseguì per la sua strada, ma Hester sapeva che molto probabilmente il giorno seguente l’uomo avrebbe fatto un altro viaggio a vuoto a Bath Street.

Si appoggiò alla porta, tirando un sospiro di sollievo.

Ruby di Cyndi Raye (Literary Romance)

Data di pubblicazione 19/06/22

Genere: Romance western

Serie: Spose per corrispondenza vol. 1

eBook Kindle € 1,99

Romanzo breve

Una sposa per corrispondenza riluttante, un cowboy frustrato, e un bambino di dieci anni fuori controllo…
Può una famiglia così composta sopravvivere alle diatribe, agli scherzi e alle bugie del selvaggio West?

Cyndi Raye scrive romanzi storici western. Il suo amore per il vecchio West e per l’atmosfera di unione delle piccole città si ritrova in tutte le sue serie.Creare mondi in cui tutti sono considerati una famiglia, anche se non di sangue, ma di amicizie, di dolori e a volte di errori commessi di nuovo, è ciò di cui ama leggere e lo ha ricreato per i suoi lettori.Cyndi vive nella PA orientale e ama viaggiare e godersi la vita con il marito. Ha tre figli grandi e ama trascorrere del tempo con i suoi nipoti ogni volta che è possibile.
BREVE ESTRATTO(…) «Cosa intendete per via di fuga, mamma?»«Tuo zio pensa che io sia in debito con lui per aver vissuto qui tutti questi anni, anche se ho sempre pagato la mia parte, grazie a questi. Ho incassato la mia quota di certificati fondiari per salvare la sua attività ogni volta che aveva bisogno di aiuto. I suoi fondi finirono già il primo anno dopo averli ricevuti dai nostri avvocati.» Il petto le si alzò e abbassò prima che un altro attacco di tosse la scuotesse. Ruby era abituata a vederla così ma non sopportava di vederla soffrire.«Forse dovreste prendere il laudano, mamma.»Una mano toccò la sua. «Non ancora.» Quindi aggiunse: «L’ho salvato molte volte, ma è di nuovo nei guai. Questi ultimi certificati li ho messi da parte per te. Gli ho detto che non ce ne sono più. Non lasciare che li trovi.»Ruby diede un’occhiata ai documenti che le venivano consegnati. I bordi tremavano quando la mamma glieli mise in grembo.«Cosa dovrei farci?»La donna si appoggiò ai cuscini e sorrise come se un ricordo meraviglioso le fosse tornato in mente. Sospirò. «Li tieni, per ora. Valgono una fortuna nel West. Le persone stanno lasciando la città a frotte per trovare una nuova vita dove l’aria è pura e la polvere della città non opprime. Puoi ricavarci dei contanti o acquistare una tua terra. Ci sono stata una volta… nel West.»«Ci siete stata?» Ruby si avvicinò. Aveva sentito questa storia molte volte, ma non si stancava mai di ascoltarla. «Ditemi.»«Ho incontrato tuo padre nel West. Ho viaggiato sulla nuova ferrovia per andare in visita da zia Adeline, che è stata il primo membro della famiglia a usare i suoi certificati terrieri. Acquistò un pezzo di terra lungo la linea ferroviaria, costruì una pensione e fa una bella vita.»

Tutta colpa della lavanda di Valentina Cardellini (Literary Romance)

Quanta vita c’è in dieci anni? Quante parole non dette, quanti chilometri a dividere, quante delusioni, quanti amori racchiusi in un bocciolo e altri sbocciati?

È una bella mattina di inizio estate quando Alice, avvocato alla soglia dei trent’anni, attraversa Torino per prendere parte alla commemorazione del deceduto professor Serra, uno di quegli insegnati che, anche se gli anni passano, entra nel cuore degli studenti e lì resta. Alice rivede così gli amici storici del liceo, e resta spiazzata quando quell’incontro cancella di colpo gli ultimi dieci anni. E poi ritrova Samuel. Il suo primo amore? No. Il suo migliore amico, la sua metà, il compagno fidato, il confidente, quel ragazzo ambizioso che a diciannove anni è volato in America per diventare medico e non è più tornato.

Per stare un po’ insieme, il gruppo decide di partire per un fine settimana in Provenza; in quella regione baciata dal sole, gli apparenti equilibri sembrano vacillare e le parole rimaste nascoste nel cuore per troppo tempo fioriscono come la lavanda a giugno.

Data di uscita 17/06/22

cartaceo disponibile – pag 213 € 14,00

eBook Kindle € 1,99 offerta lancio

Genere romantico autoconclusivo

ESTRATTO

Quand’ero bambina, ricordo che sul comodino di fianco al mio letto era sempre presente un sacchetto contenente della lavanda essiccata.

Era nonna Alice, da cui ho ereditato il nome, a sistemarlo con cura quando veniva a occuparsi di me, mentre i miei genitori erano al lavoro. Lo sostituiva con uno nuovo, profumatissimo, non appena le erbe al suo interno cessavano di emanare la fragranza che tutti noi riconosciamo a occhi chiusi.

“La lavanda cura ogni cosa” diceva la nonna. Era convinta, davvero convinta, che per ogni malessere – fisico o dell’anima– non esistesse niente di meglio di un po’ di lavanda.

Da allora di anni ne sono passati, io sono cresciuta e la nonna se n’è andata, raggiungendo il cielo e il nonno. Le sue tradizioni, però, mi hanno seguita anche nell’appartamentino dove vivo insieme a Toby.

L’armadio che contiene i nostri vestiti conserva sacchetti simili a quelli che trovavo da bambina poggiati sul comodino e tuttora, a volte, sotto i cuscini nascondo un paio di rametti affinché il nostro sonno sia cullato da quella nota olfattiva tranquillizzante.

Senza dubbio, la lavanda è stata il profumo della mia infanzia… ma chi l’avrebbe mai detto che anche da adulta avrebbe ricoperto, un giorno, un ruolo fondamentale?

Chi poteva prevedere, in altre parole, che per l’ennesimo stravolgimento della mia vita sarebbe stata tutta colpa della lavanda?

Valentina ha iniziato a scrivere da quando frequentava le scuole elementari. Appassionata lettrice e inguaribile sognatrice, le sue insegnanti l’hanno sempre spronata a lasciar vagare la fantasia, che lei ha assecondato grazie a carta e penna, facendo sì che le ispirazioni che le attraversavano la mente prendessero la forma di decine e decine di racconti e poesie.Nonostante abbia scelto un percorso di studi e professionale più tecnico non ha mai smesso di veicolare le sue emozioni nero su bianco.“L’eredità dei Felton” è il suo primo romance che racconta il mondo visto attraverso gli occhi dell’autrice. Un mondo pieno di difficoltà, ma in cui non bisogna mai smettere di sognare…

In rotta di collisione con l’amore di Sara Del Signore (Literary Romance Edizioni)

Elsa è una giovane organizzatrice di viaggi con un talento naturale nel riuscire a creare l’itinerario giusto per ogni cliente, anche il più esigente e dispotico, come Noah De Ross, un affascinante astronomo che sta per fare un prestigioso salto di carriera, andando a rivestire il ruolo di responsabile dell’osservatorio ALMA, in Cile. Dedito al lavoro e poco avvezzo al relax, Noah ingaggia Elsa con l’intento di godersi un paio di settimane alla scoperta del Paese andino prima di intraprendere la nuova avventura lavorativa, ma tra i due sin da subito è l’antipatia a farla da padrona. Elsa e Noah non si sopportano, si provocano in continuazione, si scontrano e litigano come una vecchia coppia sposata. Ma il Cile, con i suoi cieli trapuntati di stelle, i deserti infiniti, i passaggi mozzafiato e le alte montagne, sembra avere un magico potere su entrambi.

L’orgoglio e il pregiudizio possono essere messi da parte per lasciarsi andare alle lusinghe dell’amore?!

Data di pubblicazione: 15/06/22 eBook Kindle € 1,99 offerta lancioCartaceo pag. 273 Genere commedia romantica Literary Romance Edizioni

 
Sara Del Signore nasce a Roma nel 1977, una laurea in Sociologia con indirizzo in Comunicazione e Mass Media e un amore per la scrittura da quando è bambina.
Oggi è tornata a scrivere per il solo piacere di farlo.
Appassionata di viaggi, arte, film, ma soprattutto romance, vive a Roma con il marito, le loro due figlie e i suoi innumerevoli libri.
Un amore che le ha permesso di lavorare per importanti agenzie pubblicitarie internazionali dove, per 13 anni, ha rivestito il ruolo di copywriter senior occupandosi di innumerevoli clienti.
 
 

ESTRATTO
(…) «Dottor De Ross, che meta ha scelto per il suo viaggio?»
(…) «Prima di risponderle mi piacerebbe sapere se trova di suo gradimento questa crema di castagne con capesante.»
(…) Arriccio il naso e ingoio a fatica. «La crema è decisamente ottima!»
«Mi faccia indovinare, non ama il pesce!» sentenzia con una punta di divertimento nella voce.
Per non dargliela vinta mento infastidita. «Assolutamente no, diciamo che mi limito a mangiarlo il venerdì, ma ora la prego mi parli del viaggio che ha in mente.»
(…) Una tappa obbligata è la Patagonia, per il resto, mi affido a lei.»
(…) «Ha problemi a prendere aerei?»
«No.»
«Preferisce volare lato finestrino o corridoio?»
«Direi corridoio, mi piace potermi sgranchire le gambe quando ne ho voglia.»
«Perfetto. Assume farmaci salvavita?»
«No, soltanto litri di caffeina.»
«Ha allergie a qualcosa?»
«Ai vicini di posto logorroici.»
«Cercherò di tenerne conto. Gli spostamenti in nave le creano problemi?»
«Se il mare è molto mosso posso soffrire di nausea.»
«Farò in modo che ci siano delle Travelgum nel suo bagaglio! Ha problemi a spostarsi la mattina presto o la sera tardi?»
«È indifferente.»
«Ha delle richieste particolari per gli alloggi durante il suo soggiorno?»
«Mi basta che abbiano il bagno in camera.»
«Pensa di viaggiare con molti bagagli?»
«Non sono una donna, mi limito all’essenziale.» Sorride indisponente.
Mi mordo un labbro per non replicare allo stupido stereotipo, anzi, sono certa che il dottor De Ross, con il suo bisogno maniacale di cambiare costantemente abbinamento, abbia più valigie di una donna, quindi scrivo sì vicino alla voce “molti bagagli”, e mi complimento con me stessa per aver saputo tenere la bocca chiusa evitando battutine.
«Viaggia soltanto in Prima Classe o è disposto a spostarsi anche in Business ed Economy?»
«Non so che opinione abbia di me signorina, ma se necessario posso viaggiare in Economy senza problemi.»
Sarebbe divertente vederlo viaggiare così da Madrid a Santiago! Visto che lo spazio tra le poltrone non supera i trentacinque centimetri e la sua stazza si aggira sul metro e novanta. Scommetto che scendendo avrebbe da ridire!
Non faccio in tempo a finire il mio pensiero che Noah De Ross lancia l’ennesima occhiata al suo blasonato orologio, questa volta con l’intento di scaricarmi. «Se non c’è altro, purtroppo devo tornare all’osservatorio. Questa sera c’è la Moon Night, la serata mondiale dedicata all’osservazione della luna e arriveranno circa cento persone da intrattenere, non posso delegare al mio staff. Le lascio il mio biglietto da visita. Non esiti a contattarmi se le dovesse venire in mente qualche altra domanda.»
«Non si preoccupi, avevamo finito» sospiro conciliante anche se una parte di me è infastidita dalla fine repentina della cena. È stato lui a proporre questo giorno per incontrarmi, se era già impegnato perché lo ha scelto? Sarebbe stato molto più educato aspettare che la cena giungesse al termine prima di andarsene. Evidentemente la tanto declamata galanteria del dottor De Ross non è riservata a me.
Meglio, almeno potrò smettere di fingermi una fragile donnina e rispolverare la parità dei sessi!
«Di quanto tempo ha bisogno per farmi avere una prima bozza dell’itinerario di viaggio?» mi chiede posando il tovagliolo sul tavolo.
«Penso di riuscire a mandargliela tra quattro o cinque giorni.»
«Speravo prima.»
Prima? È arrivato il momento di spiegare al caro dottor De Ross che al centro dell’universo non c’è solo lui con il suo lavoro!

CAMPUS Desire di Emily Jurius (Literary Romance)

Per resistere alla tentazione… bisogna cederle.
Solitaria e riservata, Jamie si trasferisce dal padre ad anno scolastico iniziato. Il ritorno a scuola, dopo le vacanze di Natale nei bellissimi quartieri di Austin, non è proprio il suo sogno. La libertà è l’unica cosa che conta per lei perché le permette di nascondere la sua vera passione.Rexford è arrogante e detestabile. Un vero paria a cui nessuno si avvicina. Colui a cui era stato paventato un futuro luminoso, oggi, non è più nessuno. A meno che non riesca a convincere la nuova ragazza ad allearsi con lui. Ed è pronto a tutto.Solo che lei lo odia.Eppure tra loro nasce un ardente desiderio. Lottano, si scoprono, senza mai soccombere.Ma non si dice che il modo migliore per resistere alla tentazione è semplicemente quello di cederle?
L’autrice: Emily Jurius, trentenne attiva e realizzata di Tolosa, non dimentica mai di credere nei sogni, anche i più folli, soprattutto i più folli. Pubblica in Francia, e si propone di conquistare i lettori italiani sperando di coinvolgerli nei suoi romanzi.
ESTRATTO: (…) quando sono uscito dalla doccia, ho sorpreso Hank e Smith che si “divertivano” negli spogliatoi. Pensavano di essere soli e mi sono trovato davanti a una scena imbarazzante. Ognuno ha il diritto di fare quello che vuole e onestamente, sono stato colto in fallo con Brit innumerevoli volte, in quella stessa situazione. La cosa sarebbe dovuta finire lì. Solo che quel figlio di puttana di Hank, nonché figlio del pastore, è andato fuori di testa. Ha spinto via Smith, che per poco non crepa d’infarto, e come la storia ci insegna, la porta si è aperta in quell’istante. Gli spargi-merda del giornale della scuola erano fuori dagli spogliatoi per catturare i nostri commenti da rendere pubblici nell’uscita del giorno dopo, lieti di non essersi persi nulla di quello che stava accadendo. Di sicuro travisando l’intera situazione… E le foto scattate non erano a mio favore. Di conseguenza, prima ancora che me ne rendessi conto, ero stato etichettato come un predatore sessuale che avrebbe costretto gli amici a fare una cosa a tre. Peggio ancora, sembrava che stessi costringendo Smith a farmi un servizietto ben più sconcio mentre stavo solo cercando di sorreggerlo prima che si schiantasse a terra. In meno tempo di quanto ci voglia a raccontalo, l’intera scuola venne a saperlo. Brit mi ha affrontato davanti a tutti, i miei amici non mi parlavano più e mio padre stava per scoprire tutto circa la sordida storia. Che merda… E cosa posso dire in mia difesa? Oh no, scusate ragazzi, mi sono solo trovato nel posto sbagliato al momento sbagliato. Proprio quello che direbbe il colpevole.

THE P.A.N. di Jenny Hickman (Literary Romance)

Da quando i suoi genitori sono stati uccisi, Vivienne si è sempre sentita fuori posto, sballottata a destra e a manca in affidamento a diverse famiglie. Proprio quando l’indipendenza sembra finalmente possibile, pochi giorni prima del suo diciottesimo compleanno, è ricoverata in ospedale con sintomi che nessuno riesce a spiegare. Malgrado le perplessità dei medici, Deacon, un misterioso ragazzo, sostiene che abbia un Nevergene attivo. Quella diagnosi inverosimile è accompagnata da un avvertimento: Vivienne sta per diventare una cavia inconsapevole per la Humanitarian Organization for Order and Knowledge (l’Organizzazione Umanitaria per l’Ordine e la Conoscenza) – detta H.O.O.K. –. Per sfuggirvi, Vivienne si rifugia alla Neverland’s Kensington Academy e impara a volare (volare per davvero), altrimenti rischia di diventare una cavia umana. Ma accettare un posto tra i PAN significa per lei abbandonare la sua vita e la sua famiglia adottiva per salvaguardare i segreti di Neverland… e rimanervi per sempre…
 
La trilogia The PAN è perfetta per i fan di Marissa Meyer (The Lunar Chronicles) o della serie TV “Once Upon a Time”.

ESTRATTO: «Sei già vestita?» chiese una voce maschile da dietro la tenda. «Si sta facendo tardi e dobbiamo proprio andare.»
L’accento britannico la fece sorridere. Aveva sempre avuto un debole per gli accenti. «Sì, ho finito.» Raggiunse la tenda per vedere chi fosse il suo accompagnatore. Il ragazzo era appoggiato con una spalla allo stipite della porta. E wow. Semplicemente wow. Zigomi alti, mascella affilata, naso dritto, e bocca…
Sapeva che era scortese fissare, ma non poteva farne a meno. Non era solo bello. Era bellissimo.
«Era ora che ti liberassero dai macchinari» disse lui. «Pensavo che avrei dovuto farlo io.» La sua testa si inclinò e le sopracciglia si unirono mentre studiava il suo abbigliamento. Gli occhi erano della più insolita tonalità di verde, profondi e vivaci, come un campo in piena primavera. «Hai qualcosa di più scuro da indossare?»
«Più scuro?» Vivienne abbassò lo sguardo sulla felpa gialla. Il colore aveva davvero importanza? «Uhm… no?»
«Dovrà bastare, allora. Sei pronta ad andartene?»
«Con te?» afferrò la sponda del letto, leggermente spaventata.
L’angolo delle labbra di lui si sollevò in un mezzo sorriso. «Non posso lasciarti andare da sola.»
O le sfuggiva qualcosa o questo tizio era nella stanza sbagliata. «Chi sei?»
Lui la ignorò incamminandosi verso le sue cose sparse sul letto che iniziò a raccogliere, compresi i libri. «Se ti sbrighi, te lo dico.»
Un ragazzo misterioso, che a quanto pareva nessun altro poteva vedere, le stava chiedendo di andare con lui… chissà perché le sembrò un’ottima idea. Prese il bicchiere di plastica dal tavolo e bevve finché l’acqua fresca non finì. «Per quanto la tua offerta sia intrigante» gli disse, «resterò qui ad aspettare il dottore.»
Invece di andarsene, quello continuò a infilare le cose nello zaino. Quando ebbe finito, le afferrò saldamente il polso; aveva dita fredde e sottili.
«Ma che diavolo fai?» Vivienne cercò di allontanarsi, ma la presa di lui si rafforzò.
Gettandosi la borsa sulle spalle, la trascinò verso la porta come un secondo bagaglio. Ficcò la testa nel corridoio, presumibilmente per controllare se ci fossero stati testimoni, poi la spinse verso la tromba delle scale.
«Lasciami andare!» si ribellò, inciampando all’indietro. Il suo grido riecheggiò tutto intorno, nel vuoto.
«Puoi andare, se vuoi.» Lui agitò la mano verso una porta prima di controllare l’orologio d’argento che aveva al polso. «Il cosiddetto specialista da cui ti vogliono mandare ti ucciderà. Ma vai, sei assolutamente libera di farlo.»
Ucciderla? Non poteva essere vero. Chi poteva avere interesse per una noiosa diciassettenne dell’Ohio? Perché qualcuno avrebbe voluto vederla morta?
«Oppure…» aggiunse, tirandosi su il cappuccio e facendole l’occhiolino, «puoi venire con me.»
Vivienne esitò, ovviamente non gli credeva, ma tornare in camera non le sembrava una buona idea. «Come faccio a sapere che non sarai proprio tu a uccidermi?»
«Perché sto cercando di salvarti.»
«E allora? Sei come… un angelo custode?»
Il sorriso che le rivolse profetizzava oscure promesse. «Qualcosa del genere.»

L’AUTRICE
Jenny è cresciuta a Oakland, Maryland, e attualmente vive nella contea di Tipperary, Irlanda, con il marito e i due figli. L’amore per la lettura è sbocciato in un’estate dopo il diploma di scuola superiore, quando ha preso in prestito da sua madre un romanzo durante le vacanze al mare. Da quel giorno, è stata un’amante delle storie a l lieto fine. The PAN, il primo libro della Trilogia PAN, è uscito a ottobre 2020 e il secondo libro, The HOOK è uscito a marzo 2021. Il terzo e ultimo libro della serie uscirà ad agosto di quest’anno.

Le avventure di Tapy di Annarita e Giuseppe Pizzo (Literary Romance)

C’è un posto, in Piemonte, dove vive una vera comunità di animali perfettamente integrata con gli umani. Si chiama Fossano.
Qui risiede la famiglia di Tapy, avventuroso topino, ma anche l’astuta volpe Bernarda e Silvestro il coniglio. C’è poi il parrucchiere Tolo, rinomato esperto di pelo, e Clelio il montone dottore. Ma non solo! Quindi ecco Bettina, dolcissima bambina in procinto di festeggiare il suo tredicesimo compleanno alla fattoria, nell’attimo stesso in cui fa irruzione un’inaspettata faina!

ESTRATTO

Il topino Tapy viveva con la famiglia in una grande botte ai margini della città di Fossano, in Piemonte. La sua era un’abitazione modesta ma confortevole, con due uscite di sicurezza, oltre a un tappo che ne permetteva l’accesso; un’ampia cucina attrezzata, due camere da letto e una dispensa ben fornita.  

Un giorno, sentito il richiamo della foresta, disse tra sé: «Domani andrò a trovare il mio amico nel bosco.» La mattina, seguente, dunque, si alzò di buonora, pronto per l’avventura. Sbadigliò, si stiracchiò, e spostò il tappo della botte, guardando in alto: la giornata era splendida e il sole brillava nel cielo. Corse a bere una sorsata di latte fresco. Si pulì i baffi davanti allo specchio, controllando che i due dentoni fossero belli lucidi, quindi si mise in testa il cappellino blu e indossò il giubbetto rosso che aveva ricevuto in regalo al suo ultimo compleanno e che faceva risaltare il suo pelo grigio. Prese il bastone, si tirò dietro il tappo per sigillare casa e, saltellando sui due gradini dell’ingresso, s’avviò.

Cammina, cammina, prese un sentiero di campagna costellato di prati e alberi ombrosi.

Che bello correre! Che meraviglia saltare e sgranchirsi le zampe! Era davvero felice.

All’improvviso il cielo cominciò a oscurarsi e grosse nubi minacciose anticiparono un brutto temporale. In pochi minuti scese una pioggia fitta fitta e Tapy trovò riparo sotto un grosso fungo. Tremava dal freddo, era tutto zuppo e aveva le zampine bagnate: una burrasca simile non si era mai vista a memoria di topo!

Quel principe azzurro che non ti aspetti di Daniela Carboni (Literary Romance)

Elizabeth Bennet, mi hai delusa!
Basterebbe questa frase per descrivere Eva, fervente femminista, nemica degli uomini, con una missione nella vita: distruggere il genere maschile. Abbandonata dal padre ancora prima di nascere e tradita dalla sua migliore amica che ha ceduto alle lusinghe dell’amore, Eva porta avanti l’obiettivo di essere una donna indipendente, fiera, che non ha bisogno del principe azzurro, perché lei si salva e si basta da sola. Peccato che Vittorio – nemico numero uno, nonché fidanzato della sua storica amica Monica – abbia un piano diverso: farla capitolare partecipando a un Reality Show in cui dovrà trascorrere due settimane a stretto contatto con un campagnolo. Sfida accettata. Eva è certa che l’altro concorrente, Matteo, non potrà mai né farle battere il cuore né impossessarsi delle farfalline nel suo stomaco. Dal canto suo, Matteo, abituato alla vita dura e rurale della campagna, proprio non riesce a capire questa Emmeline Pankhurst del XXI secolo, ma in qualche modo ne è attratto. Spiati dalle telecamere, messi costantemente alla prova da una convivenza improbabile, da una ragazzina maliziosa, un’anziana ficcanaso e un conduttore rimbambito, Eva e Matteo riusciranno a trovare un punto d’incontro?
 
Dopo il successo di Un fidanzato su misura, Daniela Carboni torna con una storia frizzante, che strapperà parecchi sorrisi, molti batticuori e qualche: “Eva datti una calmata!”

Estratto
Quando avevo dieci anni e non ero l’unica a odiare i maschi, convinsi le mie amiche a fondare un club. Eravamo solo una decina di innocue bambine ma, dietro le nostre facce d’angelo, ci dimostrammo spietate, rispedendo al mittente tutti gli insulti, le prese in giro e i dispetti che nel corso della storia le ragazzine di tutto il mondo hanno subito passivamente dai compagni del sesso opposto.
Sembrava perfetto, ma si sa che le cose belle non sono destinate a durare. La nostra piccola cerchia non era preparata a quel ciclone chiamato pubertà, e perse dei pezzi. Alla fine rimanemmo in due, la mia migliore amica Monica e io. La nostra amicizia sembrava solida e inattaccabile. Pensavo che sarebbe rimasta immutata per sempre, almeno fino a quando qualcuno non me l’ha portata via con l’inganno.
Chi? Vi chiederete voi… vi darò un indizio: è viscido, stronzo e con le palle.
Ah, dimenticavo: in questo momento sta proprio qui, di fronte a me.
«Vittorio.» Sussurro, a denti stretti, mentre fisso l’essere più riprovevole dell’universo.
«Eva.» Mi fa eco lui, ricambiando in pieno tutti gli improperi fermi sulla punta della lingua.
Ci guardiamo in cagnesco, entrambi consapevoli di trovarci di fronte al proprio rivale. Il motivo della contesa? Monica, la mia migliore amica e, prima che questo damerino la circuisse per bene, la mia inseparabile compagna nella lotta femminile contro le discriminazioni di genere.
«Ehi, così può bastare, no?» si intromette lei, frapponendosi tra noi due. «Non si tratta di una sfida a chi distoglie lo sguardo per ultimo.»
Questo lo dici tu.

IL MESSAGGERO DEGLI ASBURGO di Coralie Winka (LiteraryRomance)

Una duchessa rinchiusa nel suo castello. Un messaggio d’aiuto da recapitare. Un popolo in rivolta…
In seguito alla morte di Carlo il Temerario nel 1477, Marie, la figlia diciannovenne, si ritrova ancora nubile a capo del Ducato di Borgogna, che rischia di dover cedere al Regno di Francia. Non solo si trova di fronte all’avanzata delle truppe di Luigi XI che le contestano il titolo, ma deve anche affrontare gli abitanti di Gand che si ribellano al costo delle incessanti guerre. Quando gli Stati Generali le ordinano di non lasciare il castello, può contare solo sull’appoggio di Clotilde, la sua sarta, affinché trasmetta un messaggio a Maximilien degli Asburgo, il solo in grado di proteggerla dalle minacce che le sono rivolte. A tal fine, Clotilde affronta ogni rischio pur di mettersi in contatto con Hans, il messaggero del Sacro Romano Impero di istanza a Gand. Perfino quello di innamorarsene…
BREVE ESTRATTO(…) Finalmente, Clotilde distinse la sagoma del palazzo. Per paura di essere in ritardo, accelerò il passo. Mentre sbucava sul viottolo che conduceva alla residenza dei Conti di Fiandra, fu brutalmente urtata da un cavaliere al galoppo. Cadde nel fango, e i tessuti che avrebbe dovuto mostrare a Marie de Bourgogne si sparpagliarono tutto intorno a lei, in un vivido arcobaleno di colori che contrastava con lo sporco della strada e il grigiore dell’umida giornata. Si riprese facendo leva su un gomito per alzarsi e represse un’imprecazione. Era infuriata e stava per dirgliene quattro al tizio che aveva rovinato quei tessuti così preziosi, quando si accorse della mano tesa che lui le offrì; tuttavia, la ignorò altezzosamente.«Sarei felice se accettaste le mie scuse a tanta goffaggine, gentile madamigella» disse la voce maschile. «Quando vi ho visto era già troppo tardi per fermare il cavallo.»Clotilde sollevò la testa con un certo orgoglio, tanto che il cappuccio del mantello le ricadde all’indietro rivelando un copricapo bianco da cui sfuggivano ciocche di capelli castani. Disdegnò sia la mano offertale sia lo sguardo, preferendo raccogliere gli scampoli di stoffa per riporli nella cesta, evitando di mormorare parolacce.«Aspettate!» insistette la voce calda del cavaliere tenendola per un braccio…