L’Intervista a Tilde Ottomani

1- Ciao Tilde ti chiedo di presentarti ai miei lettori

Ciao a tutte. Sono una donna di mezza età (si dice ancora così?) che ha usato la scrittura per fare i conti col proprio passato e con la propria immaginazione. Stranamente, approdare sui social e usarli in modo costante (Instagram è la piattaforma che preferisco) mi ha regalato più ispirazione.

2- Quando è iniziata la tua passione per la scrittura?

Potrei dire da bambina, ma si trattava di un sogno vago. Diciamo che la maturità mi ha offerto una passione più concreta e centrata.

3- Parlaci del tuo romanzo

Il mio romanzo si intitola La signora è morta. La protagonista non sa bene se è ancora in vita, se si trova nell’al di là o se è sospesa tra due dimensioni. Visto, però, che le piace chiacchierare, si diverte a raccontare della vita, in tutti i suoi aspetti, tristi, romantici, ironici, frizzanti.

4- Come hai avuto l’ispirazione del tuo romanzo

Sono banalmente partita dalla mia storia personale, ma poi vi si sono sovrapposte quelle delle tante donne che ho conosciuto e di molte amiche. È un modo diverso di guardare alle crisi che noi donne spesso dobbiamo affrontare.

5- Cos’hai provato la prima volta che hai avuto un tuo romanzo fra le mani?

Ah! Non so mica godermela, io. Non sono brava in questo. Ho cominciato a correggerlo e a cancellare senza pietà!

6- Raccontaci del tuo stile di scrittura e quale genere letterario preferisci per il tuo romanzo

Al momento non direi di avere uno stile definito. Posso affermare con certezza soltanto che non riesco mai a tenere un solo tono: triste, romantico, ironico. Scrivo una specie di fritto misto, così come la vita mi si presenta.

7- Chi è il tuo scrittore preferito? Perché?

Non ne ho uno! Anche se di alcune scrittrici ho diversi libri (von Arnim, Munro, Paley, Gier, Howard), tendo a spaziare molto. Non mi specializzo mai, sono troppo curiosa.

8- Hai altre passioni?

Le serie tv mi rovinano. E la pizza.

9- Puoi svelarci i tuoi progetti letterari futuri?

Ho scritto un racconto brevissimo di Natale, in collaborazione con un’autrice conosciuta in rete, Gabriella Rinaldi. Si potrà trovare a breve in un ebook intitolato Un insolito Natale. Per il resto, sto cercando di raccogliere le storie di Jack e Ginger, due personaggi nati ad Halloween e di cui ho scritto nel mio blog, e di lavorare a un romanzo breve che racconta di una donna che prova a stravolgere la propria vita, per sentirsi più soddisfatta di sé.

10- Vuoi aggiungere qualcosa?

Sono contemporaneamente meno triste e meno divertente di quanto si possa pensare! 😀

Il tuo sito web/blog: ottilda.wordpress.com

Sito vendita dei tuoi libri: https://www.amazon.it/signora-morta-Cronache-dallal-qua-ebook/dp/B0B1DJ78K6/

Instagram: https://www.instagram.com/tildeottomani/

Biografia: Tilde Ottomani – Nata qualche mese prima dello sbarco sulla luna, trascorro molta parte della mia vita con il naso per aria o, viceversa, sui libri. Amo i colori, il giallo, l’arancio, il verde, i cibi salati, le serie tv e ridere. Trovo interessanti i romanzi in cui le cinquantenni sono protagoniste e non figure marginali con una patina di vecchiaia precoce. Tra dieci anni mi piacerebbe saper raccontare una donna con la tempra di Margaret Rutherford nei panni di Miss Marple. La signora è morta è il primo romanzo che ho trovato il coraggio di pubblicare come Tilde, ma potete trovare dei miei racconti gratuiti andando su ottilda.wordpress.com.

Citazione: I funerali, ammettiamolo, dovrebbero essere a inviti. Dovremmo stilare una lista, ma non prima dei cinquanta, non prima della verità e inserirla nel nostro testamento, per evitare che qualcuno parli di noi a vanvera, per evitare che raccontino una vita che non abbiamo vissuto, che millantino fiducia e affetto inesistenti. Manie di controllo anche sulla morte, che è l’evento che meno ci è dato di controllare? Già. Forse anche per questo, a un tratto, morire non mi sembrò più così disdicevole, ma una specie di lasciapassare, per abbandonare non tanto la valanga, quando la necessità di portarmene dietro una.

GRAZIE MILLE!

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...