Le avventure di Tapy di Annarita e Giuseppe Pizzo (Literary Romance)

C’è un posto, in Piemonte, dove vive una vera comunità di animali perfettamente integrata con gli umani. Si chiama Fossano.
Qui risiede la famiglia di Tapy, avventuroso topino, ma anche l’astuta volpe Bernarda e Silvestro il coniglio. C’è poi il parrucchiere Tolo, rinomato esperto di pelo, e Clelio il montone dottore. Ma non solo! Quindi ecco Bettina, dolcissima bambina in procinto di festeggiare il suo tredicesimo compleanno alla fattoria, nell’attimo stesso in cui fa irruzione un’inaspettata faina!

ESTRATTO

Il topino Tapy viveva con la famiglia in una grande botte ai margini della città di Fossano, in Piemonte. La sua era un’abitazione modesta ma confortevole, con due uscite di sicurezza, oltre a un tappo che ne permetteva l’accesso; un’ampia cucina attrezzata, due camere da letto e una dispensa ben fornita.  

Un giorno, sentito il richiamo della foresta, disse tra sé: «Domani andrò a trovare il mio amico nel bosco.» La mattina, seguente, dunque, si alzò di buonora, pronto per l’avventura. Sbadigliò, si stiracchiò, e spostò il tappo della botte, guardando in alto: la giornata era splendida e il sole brillava nel cielo. Corse a bere una sorsata di latte fresco. Si pulì i baffi davanti allo specchio, controllando che i due dentoni fossero belli lucidi, quindi si mise in testa il cappellino blu e indossò il giubbetto rosso che aveva ricevuto in regalo al suo ultimo compleanno e che faceva risaltare il suo pelo grigio. Prese il bastone, si tirò dietro il tappo per sigillare casa e, saltellando sui due gradini dell’ingresso, s’avviò.

Cammina, cammina, prese un sentiero di campagna costellato di prati e alberi ombrosi.

Che bello correre! Che meraviglia saltare e sgranchirsi le zampe! Era davvero felice.

All’improvviso il cielo cominciò a oscurarsi e grosse nubi minacciose anticiparono un brutto temporale. In pochi minuti scese una pioggia fitta fitta e Tapy trovò riparo sotto un grosso fungo. Tremava dal freddo, era tutto zuppo e aveva le zampine bagnate: una burrasca simile non si era mai vista a memoria di topo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...